Uno sciopero minaccia il GP di Monza

sciopero-commissari-monza
formula 1 / 4 settembre 2013

La vigilia del Gran Premio d’Italia rischia di animarsi a causa di un’indiscrezione trapelata ieri tra il personale del circuito brianzolo. Sono diverse le fonti che danno come molto concreta la minaccia di sciopero arrivata dai commissari di percorso del tracciato monzese, ancora in attesa dei rimborsi delle spese sostenute nel Gran Premio disputato lo scorso anno.

Le indiscrezioni parlano di una mail che l’ACI avrebbe inviato lo scorso lunedì nella quale veniva comunicato ai commissari di percorso che gli attesi rimborsi non sarebbero arrivati entro il prossimo weekend, come inizialmente promesso. Da qui avrebbe preso forma la risposta degli addetti ai lavori, che avrebbero minacciato una clamorosa protesta durante il weekend del Gran Premio d’Italia.

L’autodromo di Monza dovrebbe ragionevolmente trovare una soluzione definitiva alle sue mancanze durante la giornata odierna, ma resta comunque l’interrogativo sul come si possa far trascorrere un intero anno per dei rimborsi spese in un contesto che non ha certo lesinato in altre spese di portata decisamente superiore.

Roberto Chinchero

  • Griforosso

    Già, bell’Italia !!! Chi rischia la vita per passione e garantire la realizzazione di un evento che dà anche prestigio all’Italia non viene pagato poi la cronaca ci dice che persone con ben altre risorse economiche non paga la Tarsu nel 2010 e 2011 per complessive €. 83.000,00== (cartella esattoriale, «neutralizzata», (così è scritto nero su bianco). Poi non sò cosa voglia dire esattamente quel Neutralizzata, fatto stà che la cartella è di uno dei massimi esponenti politici nazionali e riguarda la sua villa di Lesmo. Come finirà non lo sò ma ora voglio vedere se I Commissari di Percorso di Monza verranno criticati per lo sciopero e le difficoltà che inevitabilmente ne deriveranno per il GP d’Italia. A Colleghi Commissari di Percorso va tutta la mia più completa solidarietà. Un saluto a tutti gli Appassionati e, sempre, VIVA FERRARI

  • LordShean

    Forza Leoni! Da troppo tempo leggo dei vostri disagi. Fate sentire la vostra voce La vostra professionalità è rinomata ed apprezzata in tutto il circus e le vostre richieste sono più che ragionevoli. Spero che almeno per una volta questo paese smentisca se stesso. In bocca al lupo e che Monza possa portare sorridere a voi ed alla Ferrari!!!

  • Marco

    Ecco come si fa a perdere il GP di Formula 1. L’ACI sta cercando di dare una buona ragione a Ecclestone per farci fare la fine della Francia???

  • DerKaiser

    Chi non viene rimborsato per il lavoro che fa con una professionalità da tutti riconosciuta, lavoro poi in cui rischia la vita, ha il sacrosanto diritto di protestare ed è logico che la scelta della protesta ricada sull’avvenimento più importante dell’anno non solo dal punto di vista mediatico, ma anche per l’indotto che supera i 30 milioni di euro… argomento a cui i politici di qualsiasi colore ma anche Eccle$tone, sono sicuramente molto sensibili. Speriamo bene per i commissari e per il Gran Premio e non lamentiamoci, come soleva dire un amico, di vivere in Svizzera: se vivessimo in Italia allora si che sarebbero dolori…

  • Federico27

    così solo per sdrammatizzare questa vergogna…suggerirei ai commissari questa forma di protesta: sventolare la bandiera di percorso gialla ogni volta che passa Vettel, così rallenta ogni volta o potrebbe essere sanzionato!!!!
    FORZA FERRARI

  • incaroads

    Non pagare è una moda, ormai, in Italia. Tanto non si rischia nulla.

    • Federico27

      che vergogna…è proprio vero, tanto non si rischia nulla…magari avere le leggi come negli USA, lì si che la pena è garantita…

      • Marco

        Non c’è niente da fare ormai. Il nostro destino è segnato. Siamo “un Paese destinato a morire. Bello e inutile”!

  • pringle_scan

    E’ una richiesta più che legittima,bisogna ricordare che sono volontari e rischiano pure la vita e che qualcuno la pure persa proprio a Monza,qualche anno fa e di recente a Montreal.Rivendicate i vostri diritti,siete parte integrante e di altissimo livello di un circus,che ha ormai perso l’intrinseca genuinità di un tempo,che non ritroverà mai più,mio malgrado.Salut