Vi spieghiamo il segreto di Vettel

ColomboColombo
formula 1 / 30 settembre 2013
Loading the player...

Da quando Vettel ha rifilato 2,5 secondi al giro a tutti i suoi diretti avversari a Singapore nelle fasi centrali del Gp, il dubbio è lecito: ma come fa? Un conto sono il grande talento di guida del tre volte iridato e la bontà aerodinamica della sua RB9, ma un conto è un divario così smisurato sul ritmo di gara, specie pensando che in qualifica era stato appena 1 decimo più rapido della Mercedes.

Sono state fatte mille ipotesi, fra cui l’esistenza di un traction control (peraltro vietatissimo) sulla RB9. Ebbene, nel numero in edicola Autosprint cerca di svelare il segreto della prestazione di Vettel: ci basiamo su informazioni riservate in nostro possesso e sulla nostra osservazione diretta del tedesco in azione a Singapore. La nostra ipotesi è suffragata anche da un video esclusivo che vi proponiamo a seguire in cui si sente il motore della RB9 “ratare” in modo anomalo e significativo a centro curva.

A nostro parere il particolare suono del motore non dimostra l’esistenza di un traction control, perché il rumore si verifica a centro curva, nei transitori e non in piena accelerazione. Viceversa è dovuto all’impiego di una mappatura particolare che gestisce il flusso dei gas di scarico utilizzandoli in modo simile a quanto accadeva con i diffusori “soffiati” del 2011. I gas di scarico hanno una velocità media stimabile in circa 400 Km/h, quindi l’effetto si sente di più sulle curve lente di Singapore che sui rettilinei di Monza.

La spiegazione completa sull’articolo nel numero di Autosprint in edicola da martedi 1 ottobre. Ma per ora ascoltate il filmato qui a seguire alzando ben bene il volume del vostro computer o tablet. Fate attenzione perché Vettel è il primo a transitare: sentite come suona diverso – ma solo a centro curva – il rumore della sua RB9 rispetto a quello di tutte le altre monoposto che lo seguono dopo pochi istanti.

Qui sotto la copertina del numero 39 di Autosprint in edicola da martedi 1 ottobre che contiene l’inchiesta sul segreto di Vettel

Copertina_A.indd

  • Mircof

    Non so se si tratta di una mappatura particolare. Pensate invece se Vettel apre il gas in curva (prima ancora di quando è necessario.) e parte della potenza così erogata va a caricare il kers. Il risultato e’ che il flusso di gas e’ al massimo, la potenza che arriva alle ruote e’ quella strettamente indispensabile a non farle slittare, la vettura si ritrova a fine curva con il motore probabilmente nel punto di coppia massima e quindi subito pronto a far uscire la vettura dalla curva con la massima velocità. Quindi in mezzo alla curva si avrebbe la massima deportanza grazie al massimo flusso di gas discarico, mentre in fase di accelerazione si avrebbe un motore già su di giri. Chissà’!

  • leon

    Loro in passato anno avuto molti problemi con il kers perche provavano qualcosa di diverso dagli altri……invece quello della ferrari non si è mai rotto w la semplicità……………..è proprio vero le cose di una volta sono sempre le migliori chi lascia la strada vecchia per quella nuova sa cosa perde ma non sa quello che trova………………………………..magari con F2000 chissà

  • mcbraga

    Ho letto l’articolo e tutti i commenti…
    E’ evidente dal video che il rattare della RBR di vettel , non quella di webber , inizia dopo il punto di corda in corrispondenza della apertura del gas per riaccelerare.
    Secondo me , considerando tutti i problemi avuti ad inizio stagione col kers , questi furboni degli inglesi hanno trovato il modo di far funzionare il kers in maniera passiva (cioe’ senza passare dal pulsante del pilota…) insieme al taglio di alimentazione di qualche cilindro lasciando agli altri il soffiaggio di gas caldi…
    Non escluderei la possibilita’ dell’uso del gps per verificare la posizione della macchina e quindi la quantita’ di gas di scarico da rilasciare (= taglio di piu’ o meno cilindri….)…. Un po’ come avveniva anni fa’ con i cambi programmati coi quali era sufficiente cliccare una volta la scalata per ritrovarsi con la marcia giusta per la curva che si stava percorrendo , senza sentire tutte le marce innestarsi come invece avviene ora…
    Se cosi’ fosse , credo che la cosa sia regolare solo per il fatto che non e’ disciplinata in quanto fuori dagli intenti del kers…..

    Saluti

  • piter66

    prima di sospettare di chi e’ piu’ bravo ricordiamoci che la ferrari in prova a monza, il sabato, ha presentato in mondovisione il tristissimo giochino delle scie (riuscito anche male). penso che con kimi questo non succedera’ piu’!

  • AlessioGraziani

    Ho letto l’articolo di Antonini e speravo entrasse in un maggiore dettaglio tecnico, ma sicuramente non era possibile. Ritengo che il rumore strozzato del motore non sia un TC perché si sente chiaramente che quel rumore accade a centro curva prima della successiva accelerazione. Col regolamento attuale se l’acceleratore è tutto alzato le farfalle devono essere chiuse (non come succedeva prima con i blown diffuser). Ora quindi quello che succede è che a centro curva Vettel per produrre gas di scarico ed alimentare il diffusore deve premere l’acceleratore, ma con la mappatura classica andrebbe in sovrasterzo di potenza. Per cui la mappatura speciale non trasmette la reale potenza generabile alle ruote, perché probabilmente taglia alcuni cilindri. I gas prodotti dai rimanenti cilindri che non sono tagliati probabilmente bastano per dare quel sigillo aerodinamico che garantisce maggior tenuta a centro curva quando tutti gli altri sono col gas alzato. Quando si riapre il gas tutti sono nelle stesse condizioni. Ora ciò che mi stupisce è che a livello di idea questo sistema è molto semplice, (l’idea di base è per produrre gas devo per forza premere il pedale, ma non posso usare tutta la potenza per cui taglio dei cilindri) e non capisco come mai non ci abbiano pensato in molti… Forse le difficoltà tecniche sono molto grandi…

    • Simone_75

      Perchè è un sistema illegale, quando si accelera tutti i cilindri devono essere alimentati, i primi TC funzionavano esattamente nel modo che hai spiegato, il taglio dei cilindri può avvenire solo ed esclusivamente in rilascio e in quel frangente non deve entrare carburante…..

      • AlessioGraziani

        Ciao Simone_75,
        come dicevo la differenza è nella logica di innesco di questo TC, non si attiva quando pattinano le gomme, ma probabilmente si attiva sempre sotto una certa soglia di giri ed è ovviamente disattivato durante la procedura di partenza… FantaF1!!! :)

    • DerKaiser

      La risposta è nelle deroghe concesse dalla Fia al motore Renault. In maniera probabilmente legale a metà curva, quando sentiamo il motore “ratare” i gas di scarico creano carico aerodinamico e Herr Vettel accelera prima e senza sbandare degli altri.

      • Simone_75

        No non possono generare gas caldo, in quella fase gli iniettori non possono iniettare carburante per regolamento, altrimenti si andrebbero a ricreare gli scarichi soffiati vietati, la FIA vigila su questo, però se ad un motore 8 cilindri non mando benzina a 4 la potenza si riduce quindi meno pattinamento e possibilità di aprire prima il gas.

    • AlessioGraziani

      Mi auto-rispondo :) la differenza tra un TC tradizionale e questo sistema è che il primo entrava in funzione se rilevava un pattinamento delle gomme, mentre questo TC ha una diversa logica di innesco e penso che il segreto stia proprio qui e come dice DerKaiser nella famosa deroga concessa dalla FIA: http://www.formula1news.info/whiting-giudica-ok-il-taglio-dei-cilindri-dei-motori-renault

      Per cui sembra che tagliare fino ad un max di 4 cilindri sia consentito…

      • Simone_75

        Si infatti è consentito…solo in rilascio però!!!

  • Ayrton1976

    Ragazzi alcuni di voi sono davvero bravi a dare spiegazioni tecniche (derkaiser per capire il tuo ho dovuto prendere il dizionario motoristico….non scherzo complimenti!….)….ma una sola cosa io dico….queste macchine vengono rivoltate come calzini per verificare la loro regolarita’ quindi se fino ad oggi persone molto ma molto esperte nn hanno mai trovato qualcosa di anomalo allora malgrado io odi vettel e la red bull togliamoci il cappello e facciamo semplicemente i complimenti a che ha creato anche quest’anno un mostro di vettura ed a che riesce a trarne i vantaggi guidandola…..saluti

    • DerKaiser

      E per quello si Ros_Zeta che hai fatto? Hai preso la Treccan?!

      • DerKaiser

        acc… la tastiera. La Treccani…

        • Simone_75

          No per quella non serve la tre cani, ma l’enciclopedia di Star Trek :-)

          • Simone_75

            Traccani scusate!

          • Simone_75

            Va beh Treccani…..forse ci sono riuscito a scriverlo correttamente

        • Ayrton1976

          No no….mi sono fermato al terzo rigo….troppo per me…

  • DerKaiser

    Premetto che ho letto appena una parte dell’articolo su AS di oggi per mancanza di tempo. Vasi cominicanti, Kers che funzionano al contrario e ora le celle di Peltier? Mi sembra improbabile… tali scambiatori di calore sono utilizzati solo in piccole apparecchiature ( sensori CCD delle telcamere, processori dei computer ) e il loro range di utilizzo è limitato: possono sopportare una temperatura di 75° al massimo. La Red Bull ha scarichi incastrati in flussi che solo sulla RB9 funzionano… la Renault ha chiesto deroghe alla FIA adducendo puerili scuse sull’affidabilità, mettendo in mezzo anche una mappatura atta a raffreddare alcune componenti del motore…. ma da quando si usa un conburente per raffreddare? Io sono rimasto all’acqua emulsionata di Forghieri per raffreddare il turbo. La RB9 non ha più traction control di quanto non ne abbia la Force India e poi il traction funziona in uscita dalle curve ( come ben sa Dani Pedrosa! ) non a metà curva… lì sono i gas di scarico sparati a 400 km/h a fornire il carico aerodinamico alla Red Bull. Come? Chiedete a Newey…

    • giuse.mc4ever

      sai cosa mi insospettisce? Il fatto che il motore inizi a ratare proprio all’apice, alla corda della curva, proprio quando il pilota ricomincia ad accelerare.. tra l’altro vedendo le differenze nelle uscite di curva tra Mark e Sebastian, mi vien da pensare, quanto meno che non usino le stesse mappature, ma che poi quelle usate da Vettel simulino l’effetto del TC è un sospetto che permane

  • leon

    Ciao a tutti ho letto con molto interesse la spiegazione che ci ha dato Ros_Zeta e credo che abbia ragione ,io non sono un tecnico pero mi piace la tecnologia e ricordo che quando le monoposto erano piene zeppe di elettronica che alcune auto in accelerazione lasciavano delle strane righe tratteggiate non continue delle ruote: qualche tempo fa su As non ricordo il numero era uscito un servizio sul presunto controllo di trazione della Rb9 facendo vedere come in uscita di curva le altre F1 pattinando lasciavano delle righe continue mentre la RB9 lasciava delle righe tratteggiate non continue segno evidente di una qualche diavoleria che fa schizzare via la RB9 fuori dalle curve ,pero questo sistema non funziona in partenza tanto è vero che la Rb non fa mai delle partenze fulminee comincia a funzionare dopo dalla prima curva in poi ,anche in questo Newey è un genio i primi 100m lascia divertire anche gli altri visto che il momento piu bello di un GP in questi ultimi anni è la partenza……………

  • marcios

    Ros-zeta modestamente penso tu abbia una visione della f1 tutta tua un pò invadente e supponente…parli di celle di peltier o resistenze varie sulle red bull,come se fossero la scienza infusa delle f1,quando di tutto ciò su autosprint in particolare,ne avrò si e no sentito parlare una mezza volta….sei troppo sicuro di quello che propini,o semplicemente hai voluto ostentare un qualcosa di particolarmente tecnico ma anche stucchevole solo per fare colpo?…..

    • marcios

      Inoltre hai fatto un noioso copia incolla su tutti i blog di f1 parlando del solito argomento(celle di peltier)richiedendo immagino scherzosamente anche un premio….in conclusione e in tutta sincerità dopo(e soprattutto)aver letto la risposta alla tua solita domanda da parte dell’ingegner Benzing,ti consiglio di passare ad altro concetto,magari un pò più diretto conciso ed inerente alla discussione,in quanto di borbottio in fase rilascio motore si trattava,e non di presunti,phon,celle,pompe d calore,resistenze,microonde,e affini…saluti

  • Rao88

    Interessantissima la spiegazione di
    Ros_Zeta sulla Red Bull di Vettel (non ho ancora letto l’articolo su AS in merito), complimenti davvero!
    Invece ho letto quello sull’aspetto delle Formula 1 del 2014 ed ho ancora i brividi… Agghiacciante… Spero che i progettisti si mettano una mano sul cuore e disegnino forme che paghino un poco anche l’occhio…
    Avevo già letto gli articoli del regolamento sportivo a riguardo e provato ad immaginarmi l’aspetto, ma speravo di aver…immaginato male…
    Ma la FIA lo fa apposta o creare questi mostri (concordo in pieno con il termine scelto da AS… )?
    Già nel 2009 era stato un bello shock, poi lo scalino del 2012, ora questo… Ma guardano mai le foto delle F1 anni ’90?
    A proposito, perché non riallargare le carreggiate come erano fino al 1997, incrementando così l’aderenza meccanica e contestualmente ridurre l’efficienza dei diffusori (proibendo carrozzerie che sfruttino l’effetto Coanda) e lasciando due scarichi come è quasi da sempre?
    E poi, perché non redigere una regolamentazione della Power Unit (se proprio si deve seguire la strada dell’ibrido… Rimpiango già ora i V10 ed i V12, figurarsi il prossimo anno senza nemmeno i V8… ) come Le Mans, lasciando così molta più libertà ai progettisti?
    Scusate lo sfogo, ma per me le F1 migliori rimangono quelle anni ’90, senza tutte queste diavolerie elettriche ed aerodinamiche…

    • Sbreevy

      Ah, il ’97. Che belle che erano. C’avevo pure il videogioco sulla Play. Quell’anno erano in lotta per la vittoria solo Williams, Benetton, Ferrari, McLaren, Jordan, Prost (ancora molto più Ligier), Arrows… Poi sono arrivate le scanalate.

  • RikyDF88

    Ora, se per assurdo la RB abbia violato il regolamento e per l’ennesima volta la FIA lo abbia permesso, potremmo dire che dal 2009 al 2013 i team ed i piloti che abbiano vinto il mondiale, l’avrebbero fatto barando. In questi casi, vista la recidiva sia dell’errante che dell’organo deputato al controllo, il mio consiglio è di seguire “L’evoluzione della specie” di Charles Darwin: non sempre sopravvive il più forte, ma colui che meglio si adatta all’ambiente circostante. Spero che in Ferrari si mediti su questo concetto: viviamo in un mondo dove i furbi hanno il sopravvento e dobbiamo imparare ad essere più furbi dei furbi.
    Viva la Ferrari!!!!! Viva l’Italia!!!!! ………xD

  • Sbreevy

    Caro Ros_Zeta, c’ho messo cinquant’anni a leggere tutto però è davvero interessante quello che hai scritto. In ogni caso l’imputato principale resta la federazione internazionale, incapace di dettare regole chiare. Con gli scarichi sparati verso l’alto come dovevano essere nelle intenzioni dell’inverno 2011/2012, a quest’ora racconteremmo storie diverse e la RBR tornerebbe alle prestazioni di quando era colorata di verde. Poi gli inglesi ci prendono per i fondelli (TG La7 di ieri) ma son dei bei furbarstri pure in terra d’Albione. Saluti.

  • Ros_Zeta

    A proposito, ma la foto che avete utilizzato nell’articolo sembra ritoccata appositamente per illustrare graficamente il mio concetto dei tunnel riscaldanti (aria riscaldata dalle celle di peltier + resistenze tipo phon) che sfociano nello starting hole del diffusore.
    Lapsus Freudiano?

    • Alberto Sabbatini

      Evidentemente non leggi Autosprint perché se lo facessi ti saresti accorto che è la medesima foto che campeggiava in copertina lo scorso numero. Non è assolutamente ritoccata ed è uno scatto originale dell’agenzia fotografica di Ercole Colombo fatto a Singapore: la notte e l’illuminazione artificiale hanno permesso quel bellissimo gioco di riflessi.

    • Ros_Zeta

      Ma lo so, stavo solo scherzando!
      Non puoi negare che, potrebbe essere benissimo accoppiata al mio commento (ovviamente causalmente)

  • Ros_Zeta

    Ma cosa ritorna alla Ferrari far prendere la superlicenza FIA a Sergey Sirotkin?
    Ma vuoi vedere che fanno provare anche me (scherzo) pur di raccogliere informazioni sulle novità da provare che possano essere utilizzate anche il prossimo anno?
    Come quali novità?
    E’ evidente che stanno provando il traction control su base Kers e ne devono valutare sia le performance (De la Rosa a Barcellona e Magni Cours) sia l’affidabilità (come in questo caso). Abbiamo visto, purtroppo, che non si può usare sempre la seconda vettura in prova ed in gara come tester! Vedi incidenti incredibili a Massa Monaco etc.

  • Ros_Zeta

    A proposito di camera car, qualcuno riesce a trovare qualche ripresa di camera car agli infrarossi di qualche inseguitore di vettel nelle curve incriminate.
    Ovvero, giusto per lanciare una provocazione, secondo voi le varie squadre che utilizzano la tecnologia cam ad infrarossi avranno provato a girare qualche sensore, che normalmente serve per riprindere la temperatura dinamica delle ruote anteriori, per riprendere, piuttosto, il posteriore delle Red Bull nei passaggi incriminati?
    Mi sa, che in realtà, tutte le squadre hanno capito il mistero, ma una cosa è capirlo, un’altra implementarlo correttamente senza poter fare test.
    A meno di non utilizzare la macchina di due anni fa e gomme dimostrative. A buon intenditore poche parole!

  • gilles127

    Vorrei ricordare che molte volte in Formula 1 i migliori motoristi a sono stati ad osservare la Renault che sfornava novità che poi puntualmente copia vano……

  • Ros_Zeta

    Volevo provare a specificare meglio il mio pensiero

    La mia è solo un’analisi dettata dalla curiosità tecnica e l’ammirazione di questi “mostri” tenici (non solo Newey, sono in tanti).

    Io penso che:

    1- Il traction control sulla RB esista,sia regolare e sia gestito dal Kers secondo le modalità che esponevo alla mail precedente

    2- Ma il Kers per regolamento ha una quantità massima di energia che può accumulare massimo di 400 kJ erogabili con una potenza massima di 60 kW (pari a circa 80 cavalli) per la durata di 6,66 secondi, quindi bisogna trovare il modo di gestire l’energia in eccesso.

    4- Ma il regolamento non prevede nel dettaglio quando debba essere caricato e quando scaricato, ma solo il limite massimo di energia.

    5- Secondo la mia ipotesi le batterie si caricano durante le fasi di frenata, quindi si scaricano tramite le celle di Peltier che, secondo me, sono inserite tra gli scarichi e il tunnel sotto di essi (guarda caso la superficie disponibile è significativa così che in accellerazione, ben prima del famoso punto di accellerazione di 50m prima degli altri,l’aria fresca che entra dalla coca cola delle fiancate si surriscalda tramite la pompa di calore costituita dalle celle di Peltier che raffredda gli scarichi(così che anche le fiancate possono essere più strette ed aderenti,guarda caso proprio come sulla RB) ed eventualmente ulteriormente surriscaldata da resistenze (stile phon) poste alla fine dei tunnel raggiunge lo “start hole” con un flusso altamente energizzato (parliamo di 400 kJ disponibili) proprio nel momento opportuno laddove le altre monoposto per effetto dinamico delle sospensioni in frenata sfiorando il suolo con il fondo piatto causano un distacco della vena fluida causando uno “stallo” del diffusore.

    6- Quindi in accellerazione, 50 metri prima degli altri, al punto di corda massimo e in uscita di curva le batterie saranno di nuovo parzialmente scariche e potranno essere ricaricate utilizzando il kers in modalità traction control fino al raggiungimento dei fatidici 400 kJ. (il motore gracchia non perchè è parzializzato, ma perchè il carico assorbito dal Kers è modulato secondo l’esigenza)

    E’ sempre la somma che fa il totale, ma se la somma si fa anche con i numeri negativi vedrete che tutto torna in maniera perfettamente legale anche se border line (come nello sile di Newey).

    La mia analisi tiene conto delle problematiche patite dalla RB in passato circa l’utilizzo del Kers, con l’alternatore standard Magneti Marelli per Renault, con la trasmissione che dovrebbe ormai essere assolutamente affidabile e che invece ha stranamente palesato nell’ultimo periodo una debolezza strutturale assolutamente imprevista. (in passato l’ing. Bruno a cui proposi questa ipotesi obiettò che un sistema sìfatto avrebbe causato problemi ai componenti principali della trasmissione) ma guarda un pò !!??

    Peraltro, l’utilizzo del traction control unito alla gestione dinamica del flusso energizzato sopradescritto dovrebbe permettere maggiore libertà negli assetti e quindi anche rake estremi (guarda caso come nella RB)

    Che ne dice Antonini?

    • RikyDF88

      Pienamente d’accordo. Il suo discorso non fa una piega. Mi complimento per la sua cultura tecnica, veramente. Anch’io la penso allo stesso modo, ma sicuramente non ho le competenze per esprimere un’opinione in merito, in questi casi c’è solo da ascoltare (o leggere…!!!!)…. ;)

    • Simone_75

      C’è solo un piccolo particolare da considerare, il kers entra in funzone al di sopra dei 100 km/h e per regolamento deve essere azionato esclusivamente dal pilota e per una cosa del genere non credo basti la sensibilità!

    • Simone_75

      http://www.youtube.com/watch?v=yCjueI9FQG0
      Il kers funziona come una dinamo controllata da un inverte, in effetti non recupera energia in frenata, il motogeneratore gira sempre con il motore, ma quando il pilota frena l’inverter fa caricare le batterie, comunque nel video è spiegato molto bene e non fà nessuna di quelle “diavolerie”

    • pianozzo

      “accelerazione” si scrive con una “l” sola :p

  • Ros_Zeta

    Egr. Antonini, grazie per quel pizzico di tecnica che ci porta virtualmente là dove vorremmo essere.
    Ovviamente mi riferisco agli appassionati della tecnica della F1 e non ai ciechi tifosi.

    Lo dico da tempo, cosa ne pensate di un utilizzo particolare del Kers come traction control?
    già a metà giugno commentavo su F1sport
    “Allora, io provo a ragionare per assurdo. Ammettiamo che la RB abbia una funzione di Traction Control, come può ottenerla “legalmente” sfruttando le pieghe del regolamento?
    Secondo me non taglia l’erogazione del motore (vietata dal regolamento) nè agisce sul differenziale elettronicamente (vietato dal regolamento) piuttosto “assorbe” l’energia in eccesso caricando opportunamente le batterie del Kers a partire dal momento in cui il sensore giri motore (derivata del canale supera una certa soglia) indica che una ruota sta pattinando ed interrompendo la carica appena lo stesso sensore conferma di nuovo il grip. In poche parole la RB, secondo me, usa il kers non solo per le funzioni per cui è stato concepito, ma anche come controllo passivo di trazione (passivo in senso di carico passivo) e quindi ricarica le batterie del Kers in trazione oltre che in frenata. Mi si accende una lampadina (a proposito di carico passivo) ricordate tutte le disavventure della RB con l’alternatore?tale che è l’unica motorizzata Renault ad utilizzare un alternatore McLaren? perchè? La spiegazione a questo punto potrebbe essere causata dall’implementazione dello stesso meccanismo ovvero non solo il kers, ma anche altri carichi elettrici (forse troppi per il povero alternatore Magneti Marelli) potrebbero essere dinamicamente utilizzati (con il sincronismo di cui sopra) per parzializzare passivamente la potenza erogata che sarebbe così come da regolamento regolarmente erogata dal motore ma ripartita tra carichi (differenziale – Kers e carichi elettrici vari). Volendo poi fare fantascienza si potrebbe addirittura immaginare un carico elettrico resistivo (in pratica una stufa) o, ancora meglio, invece che un carico resistivo delle bellissime celle di peltier (http://it.wikipedia.org/wiki/Cella_di_Peltier) per energizzare i flussi d’aria (ad esempio trasportando e concentrando il calore del motore e degli scarichi tramite la pompa di calore realizzata con le celle di peltier) rigenerando la minigonna termica surrogando i vecchi sistemi di scarico e le vecchie mappature del motore. Anche l’assetto rake estremo sembrerebbe confermare questo.
    Sarà così?? se è così voglio un premio!!”

    aggiungerei anche, “visto che a pensare male si fa male ma a volte ci si azzecca” ma che cosa starà provando mai la Ferrari con De la rosa sulla F150 in quel di Barcellona e qualche tempo fa a Magny Cours?
    Da una vettura del 2011 ci sono pochi elementi comparativi utili (in particolare la fludodinamica dei gas di scarico è completamente diversa), le gomme sono esemplari dimostrativi e le sospensioni completamente diverse. Ma il motore ed il Kers è praticamente identico, o forse è meglio dire “era identico”!

    Altro elemento: da dove trae la sua fiducia nelle prossime gare il condottiero Alonso?

    C’è forse in serbo qualche novità??

    • Simone_75

      Cioè se ho ben capito dici che il kers riesca in qualche modo ad interagire con il motore termico per far si che non eroghi per qualche istante tutta la potenza? Idea interessante anche se piuttosto fantascientifica dal momento che il motore termico supera i 700 kv, e per far ciò il piccolo motore del kers non può resistere a tanto, bisognerebbe avere delle correnti parassita veramente importanti e avere un sistema di raffreddamento veramente efficiente, cosa che non credo possa farsi con un’alternatore e delle semplici batterie.
      Poi non è assolutamente vero che non è possibile tagliare per regolamento l’accensione a dei cilindri, i motori Renault hanno avuto l’ok dalla FIA per il taglio di 4 cilindri per una questione di affidabilità, dal momento che i motori nel 2011 erano stati modificati per l’utilizzo con gli scarichi soffiati (http://www.formula1news.info/whiting-giudica-ok-il-taglio-dei-cilindri-dei-motori-renault/) però in seguito sono stati vietati e alla Renault hanno scoperto che modificando le mappature il motore sarebbe potuto andare in contro a rotture.
      Poi con tutto il rispetto, le celle di peltier funzionano molto bene nei piccoli frigoriferi da campeggio, ma il F1….già i tecnici tollerano poco il peso delle batterie del kers figuriamoci un dispositivo che dovrebbe avere delle dimensioni piuttosto consistenti per essere utilizzato come nella tua descrizione…oddio se venisse utilizzato un reattore materia-antimateria forse…………….non ditelo a Newey…

      • Simone_75

        Naturalmente scherzavo nelle ultime righe!!

  • vicelford

    Vorrei anche esprimere un parere personale che potrà non essere condiviso, ma mi pare di essere in tema. Ho 53 anni e seguo la F1 dal 1970 (ho amato Jochen Rindt), quello che non vedavamo in tv lo “studiavamo” su Autosprint, vero? Dico questo per poter dire che una certa “base” per poter seguire e capire un GP credo di averla acquisita. Credo di poter affermare a nome di “molti come me”, che se i GP degli ultimi anni “non ci piacciono più” sia dovuto (oltre che ai circuiti attuali senza personalità, la conseguente e progressiva cancellazione di quelli “storici e gloriosi”, le “strategie”, le gomme medie, soft e supersoft, le penalità per scorrettezze assurde, l’aereodinamica che nessun aereo si sogna, i motori praticamente tutti uguali, e potrei continuare…) anche a certe “invenzioni” degli ultimi anni, diciamo grosso modo dal fondo piatto e dagli estrattori in poi, frutto di una tale esasperazione (effetto coanda e i vari profili degli scarichi) anche nell’escogitarle e di tale natura che, forse sono vecchio, ma non ce la faccio più! E dire che sono stato sempre appassionato, oltre che delle personalità dei piloti e del loro stile, di tecnica e di tutto ciò che era innovativo, da un nuovo musetto ad una diversa presa d’aria, gli alettoni e poi i turbo, le Lotus e la Tyrrell 6 ruote… voglio dire che le “genialate” degli ultimi anni (non ricordo chi sia stato il primo, ditemelo voi, quello che con il polso sinistro chiudeva un foro di un condotto che in tal modo mandava in stallo l’ala posteriore… AAHHHH!!!! CHE ORRORE!!!!!!!!!!) una volta spiegate, mi hanno sempre comunque lasciato indifferente e perplesso… per non parlare del DRS!!!! Anche per questo dico che se la RB di quest’anno dovesse risultare regolarissima e così più veloce delle altre per il genio di Newey e il manico di Vettel, non proverei alcun senso di ammirazione nè di eccitazione, come ad esempio provai quando “capimmo” cosa nascondeva la Lotus 78. Scusate ma, più che un parere, è stato uno sfogo e anche se continuo a guardare i GP e a leggere Autosprint, sono stufo della F1 attuale!

    • Sbreevy

      Come darti torto: ste mostruosità nascono da un regolamento soffocante. Ci fosse libertà costruttiva avremmo macchine che sarebbero innanzitutto belle (pare che dal 2014 saranno peggio delle attuali Ò.Ó+) e soprattutto veloci… Le GP2 l’anno prossimo non saranno poi così lontane.

  • Alystar

    Salve a tutti! Non riesco a visualizzare i video!!! Qualcuno può dirmi se devo scaricare qualche player speciale o un plugin?

  • vicelford

    Finalmente una prova che prova non è, ma fa lo stesso, è quanto basta per essere disgustati… Le “genialate” in F1 sono altre, vedi Chapman, spingersi nei regolamenti facendo e inventando cose che questi permettono perchè non vietano proprio perchè “sconosciute”. Il rombo della RB in curva, che si tratti di TC o di scarichi soffiati, non è “naturale” e non ci credo che sia regolare. Visto che nessuno pare abbia la possibilità, o peggio, la volontà di provarlo, è evidente che chi fischia Vettel sul podio intenda esprimere il proprio giudizio e il proprio disgusto, di fatto chiedendo chiarezza, in un senso o nell’altro!

    • profondorosso

      Piu’ che corretto vicelford. E’ ora che questi signori la finiscano di adottare soluzioni truffaldine perche’ se e’ vero che Newey e’ un genio, mi rifiuto di credere che tutti gli altri siano dei cretini.

      • gilles127

        Caro profondorosso. Tutto questo stupore da parte di tanti non lo capisco…. Intanto a mio avviso questa è una trovata del motorista…… E poi torniamo sempre ad un punto…… Quelli della “Red Bull” oggi come altri Team in passato… sfruttano da sempre al massimo le pieghe del regolamento. E tutto quello che impiegano rientra perfettamente nella legalità. Purtroppo queste cose capitano in Formula 1 sopratutto quando un team prende decisamente il sopravvento sugli altri….. Se vogliamo prendere un Team come esempio del passato possiamo prendere tranquillamente la Ferrari di Todt e Schumacher. E ricordo che anche in quegli anni i Team avversari avanzavano dubbi sulla legalità della vettura proprio ad esempio sul traction control abolito e poi reintrodotto…..perchè non si riusciva a stabilire se esisteva sulla Rossa! “da li la centralina unica”…. quindi questa non è altro che una storia che si ripete…. Oggi purtroppo per noi ferraristi tocca alla Red Bull.

        • vettelthebest

          poveri tifosi fanatici ferraristi.
          con tutte le botte che hanno preso, sono proprio rintronati.
          e non è finita.

          • Simone_75

            per vettelthe best, noi tifosi ferraristi siamo pronti a tutto, abbiamo aspettato 20 anni per tornare a vincere un titolo, ma da 60 anni e dico 60 la Ferrari è sempre protagonista, la RB invece è destinata a tornare nell’oblio o a scomparire del tutto dal momento quando i tecnici che hanno operato il miracolo non ci saranno più, e non lo dico tanto per dire, la Williams è molto più blasonata della RB, ma da quando Newey è partito è precipitata nell’abisso, unica eccezione è stata la McLaren che con il mago non è riuscita a combinare nulla, perchè comunque in Ferrari c’era un genio di pari livello. Poi ricordati sempre che Vettel non ha mai vinto con un vantaggio di punti esorbitanti, Schumy chiudeva i mondiali a metà campionato, lo scorso anno ha avuto una fortuna sfacciata, nel 2010 uguale, nel 2011 mondiale vinto grazie alla mortadella su entrambi gli occhi della FIA che hanno fatto passare una quantità di irregolarità da guinnes!!

  • vicelford

    scrivi un messaggio

  • luca741

    sembra quasi che sotto un certo numero di giri si ingrassi il carburante un po’ come sui kart si tappa l’aspirazione …

    • giuse.mc4ever

      però in quel caso, se parlassimo di miscelazione più ricca, questo verrebbe fuori dalle analisi finali, se invece fosse una funzione specifica delle valvole, be’ bella trovata, no?!

  • profondorosso

    Benissimo, ma questa ennesima trovata e’ regolare o no? L’ipotesi che sia una soluzione inventata dal motorista non regge, perche’ altrimenti non vedo la ragione per cui questa soluzione ci sia solo sulla vettura di Vettel e non su quella di Webber e almeno su entrambe le Lotus. Quindi, eliminata l’ipotesi che questa sia una trovata della Renault, non resta che pensare che sia un altro colpo di genio di Newey che, se fosse regolare, allora davvero non ci resterebbe che toglierci il cappello davanti ad un genio supremo ma non certo continuare ad esaltare le presunte doti extraterrestri di Vettel. Ma, se non fosse regolare, allora la RBR, Newey e Vettel andrebbero squalificati quantomeno da questo campionato, ricordandoci che al ciclista Armstrong sono stati tolti ben sette vittorie al Tour de France.

    • gilles127

      Caro profondorosso. Per me invece è proprio il contrario….. Cioè è proprio una trovata del motorista! Dico questo perchè così si capisce che una squadra di media fascia come la Lotus con tantissimi problemi economici vada così forte!!!!!

      Non trovi?????

      • profondorosso

        Certo, e’ possibile che sia una trovata del motorista. Ma allora perche’ le macchine di Webber, Raikkonen e Grosjean questo famoso rumore non lo fanno ed anche loro prendono 2,5 secondi al giro se non di piu’ dalla macchina di Vettel? Oppure lo fanno ed e’ solo Vettel ad essere cosi’ mostruoso da rifilare distacchi simili anche a chi ha le stesse soluzioni che ci sono sulla sua macchina? Poi, se come spiega in modo molto tecnico e credibile Ross_Zeta qui sopra questi espedienti sono cosi’ “facilmente” comprensibili ed anche del tutto legali, perche’ non li adottano anche Ferrari, Mercedes e McLaren?

      • giuse.mc4ever

        per quanto io non mi permetto di asserire di aver un orecchio allenato, il particolare “ratamento” (si può definire così), già a Monza, in seconda variante, io l’avrei avvertito su tutti i Renault, particolarmente su entrambe le RBR, ma anche sulla Caterham più che sulla Lotus

        • gilles127

          Secondo me questo avviene su tutti i renault… Mentre per il discorso dei distacchi….. Può essere che Vettel interpreti ed utilizzi al meglio la soluzione….

          • profondorosso

            Ma 2,5 – 3 secondi al giro non li dava neanche Senna a nessuno. Mai visto prima. Ricordo solo una gara con distacchi abissali: Brands Hatch 1974 (? mi pare) in cui Pedro Rodriguez con la Porsche 917, dopo aver ricevuto una penalita’ riparti’ 12mo e vinse con ben 5 giri di distacco su tutti gli altri. Ma fu una gara particolare perche’ pioveva a catinelle e tutti sanno che Pedro Rodriguez era il mago della pioggia e l’unico altro pilota in gara, bravissimo a guidare sul bagnato, era Ickx la cui Ferrari 512 pero’ si ruppe. Quindi, a me tutta questa storia non mi convince.

    • vettelthebest

      e che dire delle super partenze della ferrari ?
      tutto regolare? e certo. stiamo scherzando? è solo bravura dei tecnici che hanno messo a punto un sistema ottimo.

  • PaoloF1

    A me sembra si tratti di un motore che ha l’accensione di alcuni cilindri tagliata, che oltretutto mi sembra inizi sul punto di corda quando il pilota riaccelera. E questo sarebbe un traction control bello e buono. Caro Antonini, ti stimo e capisco che in assenza di prove tu non possa gettare sospetti su un team (ne vanno anche i rapporti nel paddock), ma al di là di questo, secondo te è possibile fare il giro della pole su un cittadino di 23 curve senza mai una minima correzione di sterzo?

    • pianozzo

      Concordo pienamente, al punto di corda Vettel accelera ed il motore sembra avere l’erogazione tagliata… Unito alle immagini di Webber che in Canada uscendo dal tornante (vi ricordate con che accelerazione rispetto ad Alonso?) lasciava sgommate tratteggiate, mi pare un indizio rilevante. Che la RB in passato sia stata protetta non è mistero, perché non dovrebbe essere accaduto anche quest’anno?

      • giuse.mc4ever

        anche io concordo sull’impressione di entrambi

  • marcios

    Un suono in rilascio che si avverte solo dopo che l’auto sfila,sembra comunque molto simile al ratare del renault caterham che ho sentito ai test d maggio 2012 al mugello dal poggio secco fino alla casanova savelli.Non vorrei fosse l’effetto del polmoncino d compensazione(o vaso espanso)sugli scarichi(a patto che la rb9 ne sia provvista),che lavorando in completa interazione con una particolare mappa motore,fa si che ne esca questo borbottio sospetto…ricordiamoci però che dal 2012 in rilascio le farfalle devono essere completamente chiuse e che le centraline sono uniche ed uguali per tutti,perciò intervenire(a farfalla chiusa)sistematicamente sul taglio d qualche cilindro per far scaricare a terra meno potenza e quindi evitare un pò di pattinamento,è severamente probito,al contrario sarebbe palese manomissione di un organo elettronico sigillato dalla federazione,se poi il mago ha trovato un sistema meccanico,idraulico,pneumatico o che dir si voglia che replica lo stesso effetto,tanto di cappello…per ultimo non dimentichiamoci che causa problemi di affidabilità renault è l unico motorista che ha chiesto ed ottenuto alcune modifiche in corso,,anche se d raffreddamento si trattava chi pensa male spesso ci indovina…

  • gilles127

    Be.. Non c’è da stupirsi…. La Renault storicamente è sempre stata all’avanguardia in fatto di motori. E secondo me il prossimo anno con il turbo ne vedremo delle belle…

  • fabriprodrive

    Sbaglierò, ma anche al passaggio di Webber si sente, mentre dalle Lotus non si sente affatto. Dubito che i tecnici Renault privilegino la RBR e non il loro team.
    E se fosse qualcosa di meccanico installato dalla Red Bull per “simulare” il TCS?

  • Solo_E_Sempre_Rosso

    Infatti si nota il suono del motore a ratare e quindi Newey è un genio ha inventato un dispositivo atto ad imitare i diffusori soffiati utilizzando gas di scarico, cosa che in Ferrari con i nostri genii non ci arriveranno mai! Complimenti!

    • gilles127

      Non penso c’entri Newey…… I merito è indubbiamente del motorista……..

      • Jim_Clark

        La penso anche io così, per questo sistema credo che abbiano lavorato più o meno legalmente solo sul motore.