Vettel assaggia il fascino della Ferrari F1!

vettel1
formula 1 / 28 maggio 2014

Non bisognerà aspettare il 2016 o chissà per vedere Sebastian Vettel al volante della Ferrari F1. È già successo martedi 27 maggio al Red Bull Ring, il circuito austriaco di proprietà della Red Bull dove tra un mese si correrà il prossimo Gp Austria. Ma Alonso può dormire sonni tranquilli: Vettel ha guidato sì la Ferrari F1 turbo, ma non la F14 T bensì quella del 1988 di Gerhard Berger

È stato un happening fotografico per promuovere il ritorno del Gran Premio d’Austria, in programma il prossimo 22 giugno. Sebastian Vettel ed il pilota di casa Gerhard Berger si sono scambiati le rispettive monoposto: la RB8 del 2012 con cui Sebastian ha vinto il suo terzo mondiale e la Ferrari F1/88C con cui Berger ha trionfato nello storico Gp d’Italia 1988. Due F1 distanti 24 anni fra di loro, una col V6 turbo 1,5 litri e una con il V8 aspirato 2,4 litri ormai abbandonato.

Dopo alcuni giri iniziali sulle rispettive monoposto, è arrivato l’atteso scambio di volanti. Qualche difficoltà di adattamento ha rallentato l’okay di Berger, ma tutto si è risolto, ed i due sono tornati in pista: Vettel con la “rossa” e Berger con una delle vetture più vittoriose degli ultimi anni.

Vettel non ha nascosto una notevole dose di emozione al termine della prova, come riferito alla stampa tedesca: «È entusiasmante provare una vettura storica come questa! In quel periodo era tutto molto “manuale”, e il pilota doveva muovere parecchio le braccia. E che sound! Peccato che la Formula Uno abbia perso questo rumore, ha lasciato per strada una parte importante di se stessa». E dire che quei motori turbo almeno dal punto di vista costruttivo erano simili a quelli odierni: V6 di 1,5 litri (gli odierni sono 1,6 litri). Eppure il suono è ben diverso. E se lo dice Vettel

Roberto Chinchero

vettel5 vettel2

vettel3 vettel4

  • zoran13

    Sulla vecchia pista di Osterreichring sono stato almeno 3 volte e ho visto correre Ayrton Senna, Alain Prost, Niki Lauda, Nigel Mansell, Gilles Villeneuve, Ronnie Peterson, Alan Jones, Nelson Piquet, Gerhard Berger, Rene Arnoux, Riccardo Patrese, Michele Alboreto, Elio De Angelis e tanti altri cavalieri del rischio. Specialmente sulla vecchia esse ci sono state lotte mai viste e cosi vicine in mia vita e sulle Bosch curve o sotto la Mercedes tribune. E una pista in paesaggio verde dove si vede 3/4 di un giro e dove si esalta molto, specialmente se trovi un posto bello e favorevole a tutto cio. Percio spero molto che avro fortuna di andare ancora qualche volta. Auguri a tutti.

  • Claudio

    Sarebbe interessante avere un’ intervista a Berger oltre a Vettel…

  • windwaves

    ma i tempi che hanno fatto, cos’erano ??

    • MaxsoMagazine

      Non credo che siano significativi. E’ un test promozionale

      • Windwaves

        Si vabbe’ ma sarebbe interessante, forse

  • MaxsoMagazine

    Il motore Ferrari del 1988 non era un Turbo?

  • RikiDF88

    Personalmente non prenderei Newey in Ferrari, forse Vettel, ma per il post-pensione di Fernando Alonso

    • Marcios

      Newey tutta la vita…Anche a mezzo servizio….

      • RikiDF88

        No, neanche a pieno servizio: è una persona che pretende che gli altri condividano con lui le proprie idee e punti di vista, ma lui, le sue le tiene per se, accentrando su di se le resposabilità. Questo modo di fare è estremamente sbagliato se, come nella situazione della Ferrari, la cultura aziendale deve essere un patrimonio comune all’interno della compagine tecnica, al fine di porre le basi per una crescita costante delle competenze interne ed attivare un processo stabilmente continuo di innovazione tecnologica all’interno della squadra, che oggi manca completamente. La storia ci insegna che Newey ogni volta che ha abbandonato un team, questo è sistematicamente entrato in crisi tecnica: Williams post 1997, McLaren post 2005 e, se dovesse lasciare la RedBull, ma non credo, vedremo un periodo di smarrimento tecnico di almeno un paio d’anni.
        Ribadisco: non ha le caratteristiche giuste per avviare un ciclo in Ferrari.

        • redvelvet

          Condivido appieno le tue parole,ottima analisi!

        • musy53

          Ciao Riki, condivido in pieno, noi Newey dobbiamo batterlo e non assumerlo.

  • Anonimo

    per come stanno andando le cose, nel 2016 è meglio prendere ricciardo che vettel

  • Anonimo

    Che senso ha presentare un circuito con due macchine così diverse??? Una delle più vincenti di sempre confrontata con una delle peggiori macchine di sempre (ricordiamo come ha vinto quel gp di Monza) ….. Vettel in Ferrari …. Forse potrebbe aiutare a rinnovare il team

    • Vocina

      La Ferrari del 1988 non era una delle più perdenti, anzi. Ebbe la sfortuna di trovare sulla sua strada la McLaren schiacciasassi di Senna e Prost, ma finì comunque terza nel mondiale piloti e seconda in quello costruttori. Del resto, la scelta Ferrari di puntare ancora al motore turbo nell’ultima stagione in cui fu permesso (a parte questa) si rivelò positiva. Peccato la concorrenza diretta.

  • Anonimo

    Con Vettel e Newey la Ferrari sarebbe vincente.

  • Anonimo

    Io sono convinto che se il regolamento sul fronte motori fosse meno restrittivo gli ingegnere con gli strumenti odierni farebbero miracoli co sti motori! Voi pensate che i motori di quell’epoca erano più potenti e rumorosi perchè gli ingegneri erano più bravi? Io non credo…. Io so solo che in pista vorrei sentire dei v12 con dentro tutta la tecnologia di oggi….. Immaginateli dodici cilindri spinti oltre il regime dei 20000 g/m …… E non sti 1.6 turbo castrati!

  • Anonimo

    4 volte campione del mondo regolarmente dietro al compagno di squadra… non si era mai visto, é meglio che stai dove sei adesso .

  • leon

    Mi piacerebbe sapere da Vettel che sensazione ha provato in accelerazione con un vecchio 1500 turbo dell 88 ,beato lui,che ne dite di Vettel e Newey nel 2015 in rosso?un saluto Leon

    • Anonimo

      Io ne dico: manco morto c’è lì vorrei vedere alla Ferrari! profondorosso

    • Anonimo

      Esattamente, bravo! profondorosso

      • Anonimo

        con le f1 moderne non serve avere Vettel e Alonso… Mettete un pilota italiano e fate vedere l’itanialità non solo con le bandierine

      • profondorosso

        io, per la verita’ rispondevo “esattamente, bravo” al blog di sopra che dice fa notare come Belpampinocampioncino stia regolarmente dietro a un Riccardo qualunque che non ha mai vinto una corsa manco in monopattino. Forse non avevao ancora ben capito come usare il nuovo blog. Quanto a Newey e Vettel alla Ferrari, per me non ci sarebbe sconfitta piu’ cocente.

  • Mascalzone

    Il rumore della F1 tra 50 anni, se si continua così?

    Il silezio, assoluto.

    • Graham

      Molto meno di 50 anni.

  • Anonimo

    Ma io voglio sapere cos’ha detto Berger della RedBull!!!! Non potete omettermi sta cosa qua daiiiiiiii!!!!!!!

  • Anonimo

    Ma io voglio sapere cos’ha detto Berger della RedBull!!!! E’ fondamentale!!!!!!

  • Anonimo

    Vettel comincia a starmi simpatico, almeno dice quello che pensa sulle auto di oggi!!!

    • DerKaiser

      L’aveva detto subito, facendo arrabbiare Jean Todt: “rumore di m…”

  • Anonimo

    Sul rumore vorrei porre un quesito . Ma secondo voi tra 30 o 50 anni quale sarà il sound non solo della F1 ma del motorsport in generale , e poi le prossime generazioni avranno la nostra stessa passione , oppure il motorsport è destinato a scomparire , soppiantato da gare solo virtuali ? Mi vengono i brividi……….. NOCTIS.

    • Mascalzone

      Il rumore della F1 tra 50 anni se si continua così? Il silenzio assoluto.

      • ManHakMon

        Scusami, ma quello del rumore è il minore dei problemi: stiamo assistendo ad una marcia trionfale della Mercedes (e parlo da tifoso di Hamilton!) che rischia di azzerare l’interesse del campionato! Preferiamo sentire più rumore o vedere Seb e Alonso che se la giocano con le frecce d’argento?

  • DerKaiser

    E adesso si scatenerà la bagarre su Vettel in Ferrari…

    • profondorosso

      Che Belpampin continui solo ad assaggiarla la Ferrari. Nulla di piu’, per piacere.

  • capitone

    capitone: ok…ma che centra una rossa per pubblicizzare un circuito ‘targato’ redbull? non capisco! non sarebbe stato più logico far guidare entrambi su monoposto redbull anche se di anni diversi?

  • Anonimo

    I ferraristi potrebbero non essere entusiasti dell’arrivo di Seb ma cambierebbero immediatamente idea se arrivassero delle vittorie. Come hai scritto alla fine contano solo i risultati, ricordo ancora un GP d’Italia a Monza, con Schumacher ancora alla Benetton, non solo i ferraristi non potevano vederlo, ma giravano anche pupazzetti del tedesco impiccato! Sappiamo tutti quanto successivamente i tifosi in rosso abbiano idolatrato lo stesso Schumacher che qualche anno prima avrebbero “appeso al cappio”…

    • Cla67

      Questo è vero, purtroppo, l’ho detto anch’io più volte.

    • Anonimo

      citando sempre il gladiatore “il popolo ama sempre le vittorie…” detto questo i ‘tifosi’ (ancora con questa storia tra tifosi e appassionati!!!) amerebbero persino max chilton se venisse alla rossa e iniziasse a vincere a nastro!!! non capisco questo ragionamento…è ovvio che ogni appassionato tiene alla propria scuderia, e qualcuno al pilota, ma è indubbio che quando si vince tutti sono contenti. personalmente allo stato attuale vettel non mi è molto simpatico e continuo a ribadire che nonostante i 4 titoli vinti deve ancora dimostrare quanto realmente sia forte…chissà, forse un giorno se proprio dovrà essere, avrà la possibilità di riscattarsi (almeno ai mie occhi) in rosso.

  • Anonimo

    Alessandro
    Per quanto riguarda il discorso del rumore penso si dovevano adottare le due turbine come negli anni 80 e non la singola turbina come avviene con questi motori…il sound sarebbe rimasto gratificante ;)

    • Anonimo

      E già! Con due turbine, e magari due scarichi un po’ più bassi (ma non troppo), sarebbe stata un’altra musica, anche se per me la questione rumore non è determinante.

  • Anonimo

    Non vorrei esagerare , ma secondo me i ferraristi non saranno troppo felici di un possibile Seb in rosso . Vero che alla fine contano solo i risultati , ma a pelle , la maggioranza dei tifosi non sarebbero entusiasti di averlo in rosso . NOCTIS .

  • Anonimo

    Dimostrazione che non è un problema di V6 o turbo.
    anzi la cilindrata era pure inferiore!

    DrJazz

  • Anonimo

    Vogliamo la foto di Vettel sulla ferrari!!!

    • profondorosso

      Forse tu, io no.

  • Anonimo

    Se son “rosse”, fioriranno? Firma: SMPE