© sutton-images.com
© sutton-images.com
© sutton-images.com
© sutton-images.com
© sutton-images.com
© sutton-images.com
© sutton-images.com
© sutton-images.com
© sutton-images.com
© sutton-images.com
© sutton-images.com
© sutton-images.com
© sutton-images.com
© sutton-images.com
© sutton-images.com 
© sutton-images.com
© sutton-images.com
© sutton-images.com 
© sutton-images.com
© sutton-images.com
© sutton-images.com
© sutton-images.com
© sutton-images.com
© sutton-images.com 
© sutton-images.com
© sutton-images.com
© sutton-images.com 
© sutton-images.com
© sutton-images.com 
© sutton-images.com
1 di 30

John Surtees è morto, addio al figlio del vento

Si è spento all’età di 83 anni “Big John” Surtees, l’unico pilota nella storia ad aver vinto un titolo sia nel Motomondiale che in Formula 1. Nato nel 1934 a South London, iniziò a correre in moto a 11 anni, prima di iniziare la carriera professionistica con Norton nel ’55. Dal ’56 al ’60 corse con MV Agusta vincendo sette titoli mondiali tra classe 350 e 500. Nel ’60 il passaggio alla Formula 1 con Lotus; fortemente voluto da Enzo Ferrari andò a Maranello nel '63 e l'anno successivo riuscì a laurearsi campione con la Scuderia. Passato alla Cooper nel ’66 si trasferì poi alla debuttante Honda, prima di fondare la propria scuderia, con cui chiuse la carriera nel ’72.