Di nuovo in pista. A Montmelò. Gli ultimi quattro giorni a disposizione. Poi si rivedranno tutti in Australia. Per il primo atto di un Mondiale di F.1 2018 che è ancora tutto da scrivere e raccontare. Piccoli decimi e grandi differenze in una sfida lanciata tra Mercedes e Ferrari.

Non ci sono stati verdetti assoluti nella prima sessione. Non ce ne saranno neanche in questa settimana che cristallizzerà la situazione in vista del via della stagione. «Abbiamo ancora a disposizione solo quattro giorni di prove, dovremo sfruttarli al massimo per capire il più possibile», ha detto Sebastian Vettel dopo la prima sessione di prove al volante di quella SF71H che nella prima uscita è stata seguita a Montmelò dal direttore tecnico Mattia Binotto, il capo progettista Simone Resta e il responsabile degli aerodinamici Enrico Cardile.

Soprattutto nella seconda giornata Vettel ha eseguito parecchie prove aerodinamiche strumentando la SF71H, come una vera e propria monoposto laboratorio. Nello specifico sono stati provati differenti angoli di rake con laser posizionati nella zona del diffusore e rastrelli di sensori dietro le ruote posteriori. Sono state adottate varie altezze da terra del retrotreno, così modificando ogni volta l’angolo di rake (assetto picchiato), rilevando le implicazioni che ciò comportava a livello di dinamica del veicolo, ma soprattutto gli effetti sull’estrazione del flusso d’aria dal fondo della monoposto.

Oltre a ciò è stato molto interessante notare come sulla SF71H siano già state introdotte modifiche, nello specifico ai deflettori davanti alle fiancate, al fondo ed al diffusore. La sensazione è che la Ferrari abbia a disposizione un’arma con tante munizioni da opporre alla Mercedes, che con la W09 vuol continuare a recitare quel ruolo di regina che non ha mai perso da quando è stata introdotta la Formula Hybrid. La sfida tra la Rossa e la Freccia d’Argento è ormai lanciata e questa settimana è destinata a rivelarsi cruciale in ottica futura.

Non sarà cruciale ma di sicuro è molto avvincente quello che sempre questa settimana succederà nel Mondiale Rally. Dove ci sarà un gran bel sussulto anche con il rientro del Cannibale Sebastien Loeb che sulla C3 disputa la prima delle sue tre gare previste quest’anno al volante della Wrc Plus di casa Citroen. In passato il 9 volte iridato dei rally ha ottenuto sei vittorie. Adesso rientra con tanti occhi puntati addosso e anche molta voglia di divertirsi nella specialità che continua ad amare molto più delle altre nelle quali ha provato a cimentarsi.

Sempre questa settimana, da martedì 6 marzo, esce in edicola un nuovo As Collection dedicato alle Grandi Corse Mai Dimenticate. Ben 132 pagine di pura passione dedicate a tutte quelle grandi gare di Formula Uno, Mondiale Marche, corse su strada, salite e rally che adesso non ci sono più, ma che hanno contribuito a far scrivere pagine indimenticabili di motorsport.