Vincere nel segno della storia, su una pista tabù, per tornare in vetta a un Mondiale di F.1 che frantuma pronostici e si diverte a rimescolare carte e ambizioni. Vincere a Montreal a 14 anni dall’ultimo trionfo della Rossa da queste parti con Michael Schumacher e 40 primavere dopo la prima vittoria, sempre a Montreal, di Gilles Villeneuve con la Ferrari. In testa dall’inizio alla fine, Sebastian Vettel coglie la terza vittoria stagionale, spezza l’equilibrio e si riporta in vetta al campionato del mondo con un punto di vantaggio su Lewis Hamilton.

Un successo devastante quello del tedesco della Ferrari che negli ultimi 10 giri ha detto di aver pensato all’ultimo trionfo di Schumi nella speranza che la vettura tenesse fino in fondo per regalare una giornata speciale a tutti i ferraristi. «Abbiamo scritto un altro piccolo pezzo della grande storia della Ferrari. Il bilancio è molto buono. Prima della stagione non pensavamo di essere così forti, ma il campionato è ancora molto lungo. È importante prendere tutti i punti possibili, ma oggi era più importante vincere qui». Una vittoria fondamentale per la Ferrari, un graffio profondo a un campionato dove per dirla con Maurizio Arrivabene «non ci sono piste benedette o piste maledette. Ci sono delle piste dove devi vincere, punto. Le statistiche servono a scrivere i libri di storia. Noi dobbiamo guardare avanti e scrivere qualcosa di bello, se possiamo e se vogliamo, e tutti lo vogliamo». Un successo inaspettato e quindi ancora più bello per il popolo ferrarista, che adesso si appresta a vivere col cuore in gola ma gonfio d’orgoglio alle prossime sfide ai prossimi tre Gp consecutivi che da fine giugno a metà luglio contribuiranno a disegnare gerarchie ancora tutte da decifrare nel terzetto di corse tra Francia, Austria e Inghilterra.

Bella e appassionante è stata anche la tappa del Mondiale Rally che ha arroventato la terra di Sardegna. Con un finale al cardiopalma Thierry Neuville s’è preso la vittoria precedendo di 0”7 Sebastien Ogier all’interno di una gara che come al solito s’è confermata tosta e altamente spettacolare. Tosta e spettacolare si annuncia anche l’edizione numero 86 della 24 Ore di Le Mans che va in scena nel prossimo weekend. Su questo numero troverete una superguida all’evento. Nel frattempo esce in edicola anche un Autosprint Collection dedicato alla grande sfida della Sarthe. 132 pagine tutte da gustare in attesa del via della gara dove Fernando Alonso e la Toyota vogliono mettere a segno una splendida impresa per scrivere un nuovo capitolo in una storia incredibile.