Riparte da Hong Kong la caccia a Lucas Di Grassi. Il campione in carica rivive le emozioni del titolo conquistato a Montreal e si presenta ai blocchi di partenza determinato a bissare il successo della terza stagione in Formula E. «E’ stata un’emozione sorprendente vincere il campionato, non avevo mai provato qualcosa di simile. Quel sabato a Montreal, tutte le emozioni, i sacrifici, sono usciti fuori e ancora oggi, riguardando il video, è qualcosa emotivamente forte. E’ difficile da spiegare, tre anni di duro lavoro e disciplina, sacrifici, concentrati in un singolo momento: bisogna viverlo per capire», ricorda il pilota brasiliano.

Il confronto lo vedrà opposto anzitutto a Sebastien Buemi, vincitore lo scorso anno a Hong Kong proprio davanti a Di Grassi e Heidfeld. Nessuno ha vinto tanto quanto il pilota elvetico: 12 gare e 17 arrivi sul podio, contro le 6 affermazioni e 20 podi di Di Grassi, in tre stagioni di Formula E.

I 1.860 metri del tracciato ricavato nell’area del porto di Hong Kong, con 10 curve e un fondo insidioso, tra asfalto e cemento, andranno percorsi per 43 giri in gara al sabato, 45 domenica, in quello che è un doppio appuntamento inaugurale. Si parte con i riferimenti cronometrici registrati un anno fa, il giro più veloce in qualifica di 1’03”099, pole position di Nelson Piquet Jr, in gara, invece, il miglior crono è l’1’02”947 di Felix Rosenqvist.

Una quarta stagione della serie elettrica che vivrà nella continuità regolamentare, destinata a favorire la convergenza delle prestazioni. Monoposto che apriranno a una nuova generazione dal prossimo campionato, nell’attesa è un operato di ottimizzazione delle componenti del motore elettrico, dei materiali utilizzati, del perfezionamento delle masse sul case che racchiude motore, inverter e differenziale. Piloti che avranno un extra i potenza da poter utilizzare in gara, dai 170 kW si passa a 180 kW, ovvero, 245 cavalli, più 100 kJ di Fanboost.

Scontata la stagione del debutto, Jaguar punta a respirare l’aria di posizioni migliori con l’arrivo di Nelsinho Piquet. Nuova esperienza, la Formula E, per Luca Filippi, al volante della NIO e per i reduci del programma Porsche nell’Endurance, Neel Jani (correrà con Dragon Racing, accanto a Jerome D’Ambrosio) e Andrè Lotterer (su Techeetah, con JEV Vergne). Dal DTM, chance con Venturi per Edoardo Mortara.

FORMULA E 2017-18: IL CALENDARIO