A Marrakesh ha già messo la firma per tre volte. Altra categoria, per Jose-Maria Lopez, Pechito vincitore nel WTCC. Sarà al volante di Dragon Racing nell'ePrix di Marrakesh, il 13 gennaio, in sostituzione di Neel Jani, e correrà l'intera stagione di Formula E, in quello che per il pilota argentino è un rientro, dopo l'impegno lo scorso campionato con DS Virgin Racing.

Dovrà contribuire alla risalita della squadra di Jay Penske, l'unica a non aver marcato punti nei due ePrix di Hong Kong e con difficoltà tecniche evidenti, richiamate dallo stesso Neel Jani, prima della decisione, maturata a ridosso di Natale, di interrompere il rapporto con Dragon. Ha all'attivo due podi, secondo a Parigi e terzo a Montreal, migliori risultati del trascorso nella serie elettrica 2016-2017, Lopez.

Confermato l'impegno con Toyota in LMP1, non ci saranno sovrapposizioni di date tra WEC e Formula E nel 2018. «E' un'opportunità eccitante per me, non vedo l'ora di affrontare la sfida della quarta stagione in Formula E con Dragon. Ho una buona esperienza maturata nella terza stagione e sono fiducioso che riusciremo a ottenere risultati importanti nel corso del campionato», ha commentato Lopez.

Alonso El Conquistador è sbarcato a Daytona

Quanto a Jay Penske, accoglie e spera nel campione WTCC: «José è un iridato che ha costantemente reso al massimo livello in ogni categoria nella quale ha corso. Confido che l'esperienza collezionata nella terza stagione e la collaborazione con Jerome D'Ambrosio rappresentino una formula vincente per Dragon».

Dakar, ai blocchi di partenza la quarantesima edizione