Volti nuovi a Berlino, prossimo e-Prix di un campionato sempre più diretto verso il box Techetaah. Volti di ritorno, come quello di Luca Filippi, a riprendersi la NIO ceduta a Ma Qing Hua a Parigi. E volti che, la Formula E, l'hanno assaporata nella sua forma futura, la monoposto Gen 2. Stephane Sarrazin ha condotto diversi test di sviluppo del nuovo progetto e dalla gara sul tracciato di Tempelhof rileverà Tom Blomqvist in casa Andretti. Berlino, Zurigo e il finale di New York per il pilota francese. E' il secondo avvicendamento stagionale, dopo la sostituzione di Kamui Kobayashi, protagonista a Hong Kong.

Per Blomqvist ci sarà l'impegno con BMW nel WEC e a Le Mans a pieno regime. Palcoscenico condiviso anche da Sarrazin, però in Classe LMP1 con SMP Racing. «Siamo anzitutto grati per l'impegno e il tempo che Tom Blomqvist ha riposto su questa stagione. Stepane Sarrazin porta con sé una grande esperienza in Formula E. E' uno dei piloti più versatili e intelligenti nel panorama delle competizioni e siamo eccitati all'idea che porterà le sue conoscenze nel team MS&AD Andretti. Produrremo una forte spinta e speriamo di terminare la stagione su alti livelli nelle ultime quattro gare», sono le parole di “benvenuto” di Michael Andretti.

Pista e rally, Formula 1 ed endurance, nella carriera di Sarrazin, che ha corso in Formula E con Venturi dalla Stagione 1 alla Stagione 3, prima del passaggio a Techeetah proprio nell'e-Prix di Berlino, che segna adesso il rientro da pilota titolare. Il miglior risultato resta il secondo posto ottenuto in Stagione 2 a Long Beach e il terzo posto con Techeetah a New York e Montreal.

Tra due settimane, sul tracciato ricavato nell'ex aeroporto di Tempelhof, assisteremo a un altro avvicendamento, momentaneo. Quello tra Edoardo Mortara, impegnato nella tappa del DTM al Lausitzring, e Tom Dillmann sulla Venturi. Dal successivo e-Prix di Zurigo tornerà in macchina Mortara.