Il primo campionato per monoposto elettriche nella terra del petrolio. La Formula E allarga i propri orizzonti e dopo aver conquistato Roma, Alejandro Agag annuncia che la quinta stagione inizierà da Riyadh il prossimo dicembre. Sarà dunque la capitale saudita a ospitare il debutto delle monoposto di seconda generazione, nonché l'esordio nella serie di Felipe Massa, recentemente ingaggiato da Venturi.

Significativa la durata dell'accordo: ben dieci anni. Una partnership inaudita, considerando che il prolungamento con Roma è stato prolungato fino al 2023. “L'Arabia Saudita guarda al futuro e la Formula E il futuro del motorsport – ha dichiarato sua Altezza Reale il Principe Abdulaziz, vicepresidente dell'autorità saudita allo sport -. Si allinea perfettamente con la visione del Paese in ottica 2030, offrendo la prospettiva di una gara di livello mondiale sulle strade della capitale per la prima volta nella nostra storia. E come pilota posso dire che nulla potrebbe rendermi più felice”. Riguardo alla durata dell'accordo il principe aggiunge: “Ci darà la piattaforma per creare un'alleanza durevole, questo è l'ultimo di una lunga serie di eventi sportivi  che il popolo saudita potrà seguire, con benefici positivi sulla nostra società”.

E mentre Abdulaziz già sogna un campione saudita, Alejandro Agag esulta per l'ennesimo traguardo, dopo aver riportato una Formula a correre in Svizzera. “Correre il primo round a Riyadh è il perfetto inizio per la prossima fase della Formula E. L'Arabia Saudita è un paese vibrante, che si sta focalizzando sul proprio futuro, e dunque sarà il debutto ideale per la nuova generazione di monoposto. Siamo orgogliosi che l'arabia Saudita abbia scelto noi, molti paesi ci stanno cercando”.