Sembrava l’inizio ideale del week end per puntare ai due titolo iridati, invece, le qualifiche dell’e-Prix di New York si traducono, per Jean Eric Vergne e Techeetah, in una rimonta in gara da costruire dal fondo della griglia. Tempi cancellati per un eccesso di potenza impiegato in qualifica, fase a gruppi che aveva posto Vergne al comando con pochi millesimi di vantaggio su André Lotterer. Entrambi hanno visto i propri tempi cancellati, eccesso di potenza da collegare a un problema comune legato alla centralina di controllo montata da Techeetah.

I contendenti del campionato partiranno nella seconda metà dello schieramento, perché le qualifiche dicono male anche a DS Virgin Racing, dove sono le prestazioni a latitare: Lynn solo 13°, Bird 14°.

Alla Superpole accedono Buemi, Prost, D’Ambrosio, Abt ed Evans. Renault si prende la pole, Buemi stacca 1’13”911. Sfuma l'assalto di Daniel Abt, per un errore nel settore centrale, lungo in staccata nel tratto modificato quest’anno. Non è un colpo mancato di poco conto, poiché  perdere la partenza al palo costa 3 punti che sarebbero stati utilissimi nella rincorsa al titolo Costruttori, dove Audi Sport è ancora in corsa per contendere il titolo a Techeetah.

I tempi delle qualifiche

Buemi 1’13”911

Evans 1’14”465

Prost 1’14”921

D’Ambrosio 1’15”391

Abt 1’16”579

Piquet 1’14”203

Lopez 1’14”244

Engel 1’14”292

Dillmann 1’14”304

Heidfeld 1’14”322

Di Grassi 1’14”325

Da Costa 1’14”382

Lynn 1’14”473

Bird 1’14”484

Filippi 1’14”523

Rosenqvist 1’14”825

Sarrazin 1’26”039

Turvey

Lotterer

Vergne