Sarà ancora Santiago del Cile. Restava un appuntamento da definire, nel calendario della Stagione 5 di Formula E: il terzo appuntamento del campionato si correrà a Santiago, su un circuito diverso da quello impiegato per l’esordio dello scorso febbraio. Appuntamento fissato per il 26 gennaio, quando all’interno del Parco O’Higgins le monoposto Gen2 troveranno una tracciatura veloce e scorrevole.

“Stiamo cambiando zona, abbiamo ascoltato i residenti, stiamo discutendo su come mitigare gli effetti negativi che si porta con sé l’organizzazione di questo evento nel Parque O’Higgins. Come avvenuto in occasione della gara corsa nel Parque Forestal, i fondi ricavati dal pagamento delle tasse vengono investiti in progetti che migliorano la qualità di vita dei residenti”, ha commentato il sindaco Felipe Alessandri.

Il circuito è ancora in attesa dell’omologazione, mentre sulla tappa di Santiago del Cile si dovrà esprimere il Consiglio mondiale della FIA, a ratificare l'accordo. Le 13 tappe della serie elettrica sono, così, al completo, se non fosse per la decisione relativa alla città che subentrerà a Zurigo nell'organizzazione dell'e-Prix in terra elvetica. 

In attesa che, dal 16 ottobre, la pista indichi i primi riscontri, a Valencia, i preparativi dei team proseguono, così come gli annunci: 

I preparativi in vista del campionato e gli annunci sui “roster” dei team, nel frattempo, proseguono. Dopo il recente annuncio di HWA, che schiererà Gary Paffett su una delle due monoposto, a Londra il team NIO ha presentato la coppia Oliver Turvey-Tom Dillmann: una conferma per il pilota inglese, mentre Dillmann debutta con la compagine cinese dopo aver già saggiato la categoria nelle ultime due stagioni con Venturi.