C’è la curiosità che accompagna tutti gli esordi, intorno alla Stagione 5 di Formula E. C’è curiosità per leggere la sfida tra costruttori e la trasformazione che avrà prodotto il cambio generazionale di monoposto. Curiosità che verranno rivelate sabato prossimo, in quel di Riad, città vecchia di Ad Diriyah, su un tracciato da 2.495 metri col quale prendere contatto nei due turni di prove libere che precedono la qualifica, alle 9:00 ora italiana. Dalle 13:05 sarà e-Prix, su 45 minuti più 1 giro, per assegnare i primi punti stagionali.

Il parterre dei favoriti conta di diritto Audi Sport, Daniel Abt e Lucas Di Grassi; DS-Techeetah, con Jean Eric Vergne e André Lotterer. Per quanto espresso nei test di Valencia, si candida a essere protagonista anche BMW i Andretti. A Monaco di Baviera entrano in prima persona nella serie elettrica, con un powertrain sviluppato in stretta sinergia tra reparto corse e divisione stradale, come avvenuto in Stagione 4 in Audi Sport, che dopo l’exploit di Valencia ha indicato nel team diretto da Roger Griffiths il rivale da tenere maggiormente d’occhio.

“Dopo diversi anni di lavoro congiunto in una forma non ufficiale, la nuova collaborazione arriva in tempo raccogliere la sfida della Stagione 5 con la nuova BMW iFE.18. I test sono stati molto positivi finora, ma sono appunto dei test e adesso inizia la vera competizione”, ha commentato Griffiths.

Per l’esperienza di Antonio Felix Da Costa nella serie c’è il debutto di Alexander Sims, che pone il personalissimo obiettivo in un “primo week end che fili liscio, senza errori, è realisticamente il mio obiettivo principale in quanto rookie.

I test sono andati piuttosto bene e siamo stati in grado di macinare tanti chilometri, il che ci fa sentire in una buona posizione per l’apertura stagionale”.

La presenza in prima persona di BMW necessariamente assegna ambizioni importanti, sarebbe una sorpresa non trovare le iFE.18 in lotta per le prime posizioni dopo gli exploit dello scorso ottobre. E Da Costa spiega: Siamo molto motivati dopo i test, non significano in realtà molto per la prima gara in sé ma danno buone sensazioni. Abbiamo obiettivi importanti però abbiamo anche un approccio con i piedi ben per terra poiché in Formula E può accadere di tutto. Abbiamo le persone giuste all’interno del team, non vedo l’ora di correre una stagione competitiva”.

GLI ORARI E-PRIX AD DIRIYAH

9:00 – 10:00 Qualifiche, diretta Eurosport 1; YouTube e Facebook Formula E

12:00 – Gara (45 minuti + 1 giro) in diretta su Italia 1 ed Eurosport