Ai 43° C di Città del Messico è Pascal Wehrlein a mettere tutti in fila. Esce in testa dalla Superpole dell’ePrix in Messico, dopo aver centrato un secondo posto nella fase a gruppi che ha visto brillare, invece Oliver Rowland (autore del miglior crono) e Nissan e.dams, a piazzare anche Sebastien Buemi nella fase finale dei migliori sei.

La pole di Wehrlein è in 59”347, precede Lucas di Grassi di ben 3 decimi. Messico finora miglior qualifica stagionale per Felipe Massa, terzo con Venturi a 42 millesimi da Di Grassi. Qualifiche disputate con l’asfalto rovente, temperature che saranno centrali anche in gara. Rowland partirà dalla seconda fila, quarto, a 461 millesimi dalla pole, rimediati tutti nelle ultime curve, causa un bloccaggio ad affossare sogni di gloria.

“Il giro è stato fantastico, stamani non mi sentivo a mio agio in macchina ma in qualifica è stata straordinaria”, ha raccontato Wehrlein. Mahindra quasi da testa-coda, visto il 19° tempo di Jerome D’Ambrosio. Peggio hanno fatto Vandoorne, Abt e il leader di campionato, protagonista nel primo gruppo e autore di un errore che lo ha lasciato senza tempo e ultimo in griglia di partenza. Gara tutta in salita, per recuperare posizioni e portare a casa almeno dei punti.

La Superpole ha visto ben tre piloti del quarto gruppo – Rowland, Di Grassi e Buemi – centrare l’ingresso, mentre Massa è stato l’unico del quinto gruppo a qualificarsi tra i sei. Da Costa, quinto, guadagna una posizione, relegando Buemi sesto, dopo che i due avevano centrato posizioni invertite nella fase a gruppi. L’altra BMW, di Alexander Sims, resta fuori dai 6, partirà in quarta fila, affiancato da Vergne, con una DS-Techeetah che, storicamente, a Città del Messico non ha brillato.

L’appuntamento con l’ePrix è alle 23:00, ora italiana, per i 45 minuti più un giro della quarta tappa del mondiale di Formula E. 

ePrix del Messico: Griglia di Partenza