Il mondiale di Formula E si prepara al run di ePrix in Europa, 5 appuntamenti che dovranno dare un volto più chiaro alla contesa per il titolo, finora vissuta su 6 vincitori diversi in altrettante gare.

L’ePrix di Roma inaugurerà, sabato 13 aprile, la serie di gare che terminerà a Berna, prima della doppia finale di New York.

ePrix di Roma, tutto pronto per le Gen2 all'Eur

Roma, due settimane più tardi Parigi. E l’ePrix nella Ville Lumiere ha annunciato l’estensione di contratto, tre stagioni ancora tra le strade de Les Invalides nel 7° Arrondissement, perlomeno fino al 2022, come confermato da Alejandro Agag, nel corso della conferenza di presentazione dell’evento.

AGAG, F.E MAI STATA MEGLIO

Formula E che vive un buon momento della propria, giovane, storia. Il campionato regala gare dal finale vivace, forse con quale provvedimento regolamentare in più da adottare, per limitare i troppi autoscontri avuti di recente. La formula delle monoposto Gen2 ha creato un format interessante e aperto a più contendenti al successo.

Mercedes, primi test per la Freccia d'Argento elettrica

“Il campionato è più interessante che mai, abbiamo avuto sei vincitori di altrettante squadre diverse in 6 gare. Credo ci troviamo nel momento migliore della storia della Formula E, con ancora delle belle prospettive davanti a noi, visto l’arrivo il prossimo anno di Mercedes e Porsche”, ha commentato Agag.

PARIGI CONFERMATA ED ESPANSIONE A EST

Una conferma, l'accordo per gareggiare a Parigi fino al 2022, che arriva in un momento di trattative per ampliare il calendario, oggi da 13 gare, tra le discussioni in essere con Seul e la possibilità, riportata da e-racing365, che si corra una terza gara in Cina, a Shanghai.