Montecarlo, prospettiva Formula E, rischia di diventare un momento centrale del campionato. Il week end alle porte sarà dell’ePrix di Berlino, occasione di riscatto per Audi e per BMW, che giocano in casa e devono cancellare il doppio zero rimediato nel Principato.

Tempelhof, un anno fa, vide il dominio Audi tra qualifiche e gara. Abt-Di Grassi inarrivabili. Servirà una simile prova di forza, sabato, sui 2.375 metri di tracciatura, per riagguantare Vergne, leader di campionato davanti a Lotterer e con 17 punti di margine su Da Costa e Di Grassi.

DS Techeetah, il ghepardo è in fuga

RIPARTIRE DALLA GARA DI CASA

“Sento che Berlino arriva esattamente al momento giusto, dopo la battuta d’arresto di Monaco, dalla quale siamo tornati a casa senza punti nonostante una buona gara corsa da Daniel e Lucas. La gara di casa è il posto ideale per un ritorno”, commenta Allan McNish.

Ultimi due ePrix europei, Berlino e Berna, poi il gran finale di New York a luglio. In quattro tappe si decideranno i due titoli.

La gara di Tempelhof presenterà sfide uniche, quelle di un tracciato veloce e dal fondo in cemento, sul quale Audi nel 2018 mise in mostra tutto un altro ritmo rispetto agli avversari. Sarà una sfida completamente diversa dall’ultima affrontata a Monaco. “Tutto è ancora aperto in campionato e con un risultato importante a Berlino vogliamo rendere la lotta per il titolo, prima delle ultime 3 gare, un vero thriller come lo scorso anno”, aggiunge McNish.

Daniel Abt cerca una dimostrazione di forza in stile 2018, “Berlino per me è come un match di coppa durante la stagione di Bundesliga: la gara ha un significato unico e ha le sue regole specifiche”.

QUALIFICA DI BUON'ORA

Specifica per tipologia del fondo e per il programma dell’ePrix, quest’anno con le libere a corrersi venerdì e la qualifica prestissimo nella giornata di sabato. Alle 8:45 in pista il primo dei quattro gruppi; la gara, invece, scatterà alle 13:00, anche qui in anticipo sui tradizionali orari della Formula E.

Di Grassi sarà nel primo gruppo, Abt nel secondo. E il brasiliano torna sulla difficoltà, frequente quest’anno, dei big ad accedere alla Superpole: “Che i primi 5 in campionato debbano sempre qualificarsi per primi è ovviamente difficile, mescola la griglia e fa sì che ci siano gare avvincenti.

Berlino è uno dei momenti chiave del campionato per noi. Abbiamo grandi ricordi dela doppietta dello scorso anno. Sono fiducioso, abbiamo le prestazioni per vincere le gare: una buona qualifica e una gara pulita e saremo della partita.