Dopo Porsche, tocca a Mercedes svelare livrea e piloti che guideranno la Silver Arrow nella Stagione 6 di Formula E. Via a fine novembre in Arabia Saudita, poi un calendario ancora tutto da rivedere, con possibili importanti variazioni. Dal 15 al 18 ottobre, invece, test collettivi a Valencia.

Saranno Stoffel Vandoorne e Nyck De Vries a portare in pista la “01”. Per il belga, seconda stagione nella serie elettrica, dopo un esordio nel quale ha lanciato interessanti lampi di prestazione, specie in qualifica, culminati nel podio ottenuto a Roma. De Vries si appresta a concludere la campagna di Formula 2 con il titolo nel mirino. Dai test di Valencia dovrà approfondire la conoscenza con la categoria e la monoposto, più di quanto non abbia fatto con i test privati.

VANDOORNE È IL VETERANO

Sono felicissimo di unirmi a Mercedes, ho già guadagnato esperienza nella categoria lo scorso anno con HWA, sono molto contento di diventare ora un membro ufficiale della famiglia Mercedes. L’arrivo del marchio sulla scena è un’opportunità grandiosa per tutti, la macchina ha un aspetto fantastico e non vedo l’ora di scoprire cosa potremo ottenere come squadra.

Il potenziale è enorme e non vedo l’ora di iniziare”, ha commentato Vandoorne, dal Salone di Francoforte dove è stata svelata la livrea argentata della scocca Dallara-Spark.

MGU A BRIXWORTH, HWA OPERA IN PISTA

Se il motogeneratore è frutto dello sviluppo condotto da Mercedes con la divisione HPP di Brixworth, la gestione in pista delle monoposto è affidata alla struttura HWA, presente in prima persona in Formula E nella Stagione 5.

Porsche e Mercedes new entry di lusso, ciascuna a sottolineare l’importanza del know-how guadagnato in altre categorie nel passaggio alla sfida elettrica.

Il WEC, LMP1 con 919 Hybrid per Porsche, l’ibrido di Formula 1 nella sua componente elettrica per Mercedes, con il team principal Ian James a commentare: “Per nostra fortuna gli esperti che sviluppano il powertrain di Formula E hanno già accumulato un gran bagaglio di esperienza in F1 con le power unit ibride. Questo trasferimento di conoscenze ci sta aiutando enormemente, però la Formula E è una sfida del tutto diversa e non dobbiamo sottovalutare questo aspetto”.

DE VRIES, CRESCITA POI VITTORIE

Sfida inedita per De Vries, in modalità apprendistato: “Ho avuto un’accoglienza fantastica dal team ed è una grande opportunità poter correre in una piattaforma diventata una delle più grandi e professionali categorie al di fuori della Formula 1.

Per me è tutto nuovo, per questo onestamente non ho pensato a fissarmi degli obiettivi nella stagione d’esordio.

Fondamentalmente Mercedes punta a essere in lotta per vincere delle gare e i trofei di campionato. Speriamo accada il prima possibile ma fino ad allora io e il team ci aspettiamo una ripida curva di apprendimento prima di poter essere competitivi”.