Quinta pole dell'anno, la quarta consecutiva, quella di Lewis Hamilton a Spa. Ce n'è abbastanza per essere più che euforico, nonostante il giro da primo tempo non sia stato perfetto come in altre occasioni: «Una quarta pole di fila ti fa sentire semplicemente fantastico - ha infatti commentato Lewis dopo le qualifiche - La squadra ha fatto un grande lavoro per ottenere le giuste tempistiche alla fine del Q3. Sono stati perfetti e io ero esattamente nella posizione giusta. Ero così sorpreso quando ho tagliato il traguardo di sentire che ero primo. Infatti sono andato largo alla prima curva e ho pensato che ero già in ritardo. Ho continuato a spingere e ho fatto un settore centrale forte, ho potuto vedere che stavo recuperando Sebastian verso la fine quindi è stata una bella sensazione. Spero che si possa continuare così domani, qualunque siano le condizioni. Le Red Bull sono ancora davanti a noi in termini di prestazioni per cui risultati come questo sono ancora più speciali, perché so che ho dato il massimo assoluto da me stesso e dalla macchina». Nico Rosberg è risultato molto veloce quando stava piovendo in Q3, ma alla fine non è stato in grado di sfruttare gli ultimi istanti sotto la bandiera a scacchi e si è dovuto accontentare di un quarto posto che non lo appaga: «È stata una sessione di qualifica molto difficile e purtroppo la fortuna non era dalla mia parte oggi. Quando ho preso la bandiera a scacchi, io ero più veloce in quel momento, ma la pista è migliorata per chi aveva preso il giro in più, finendo nelle prime tre posizioni, quindi devo essere contento con il quarto posto in griglia. La nostra macchina sembra abbastanza buona in tutte le condizioni trovate questo fine settimana, cosa che mi rende speranzoso di una bella performance domani pomeriggio». Maurizio Voltini