Fra due settimane è già 2014. Sulla pista di Sakhir, Bahrain, la Pirelli inizierà i test con i suoi pneumatici per il prossimo anno. Ma la notizia clamorosa è che queste prove non si svolgeranno con una vettura “laboratorio”. A girare saranno tre team impegnati nel mondiale. E lo faranno con le monoposto 2013, in deroga alle regole che vorrebbero impiegate solo quelle di due anni fa o ancora più vecchie! È stata la Fia a dare l’autorizzazione. In pista ci saranno Ferrari, Red Bull e Mercedes. Pare che Maranello avesse insistito perché la sua vettura potesse girare da sola. Pare anche che la Lotus fosse stata invitata a partecipare, ma abbia declinato perché non ha i fondi necessari per queste giornate di test. Dunque una sessione “riservata” ai top team, i primi classificati nel mondiale appena concluso (e neanche la McLaren!). In sé per sé è una scelta logica quella di usare monoposto più recenti. Quello che lascia perplessi è perché l’opportunità sia aperta solo a tre squadre. I team più piccoli non sono per niente soddisfatti di una decisione che, da subito, darà modo ai top team di raccogliere informazioni di prima mano. È vero che queste informazioni saranno poi trasmesse a tutti; ma a differenza di certe prove “private”, le squadre dovrebbero avere accesso a tutti i dati. Certo che oggi non sono molte le strutture che possono permettersi questa spesa extra. Il mondiale 2014 deve ancora iniziare, e già ci sono polemiche... Alberto Antonini