«Sono felicissimo oggi», è la prima cosa che dice Lewis Hamilton dopo la sua 23ª vittoria in carriera. Anche perché: «Questa è la mia prima vittoria in Malesia dopo otto tentativi. È stata tutta una questione di squadra: hanno fatto un lavoro fantastico e devo dire un enorme grazie a tutti qui in pista e a chi lavora in factory spingendo senza sosta per ottenere questi risultati. La gara è stata più difficile di quanto potesse sembrare e le condizioni qui sono sempre critiche. Ma io ero in grado di salvaguardare la macchina , le gomme e il carburante e di mantenere ancora un po' di riserva, che ha reso il mio lavoro un po' più facile. È bello vedere Mercedes in testa al campionato, ma sappiamo che dobbiamo ottenere il massimo già da queste prime gare. Tutto può succedere come abbiamo visto in Australia, quindi questo è un risultato importante per noi. Una “doppietta” non avviene molto spesso e questo è un vero successo per la squadra. Infine , vorrei offrire questa vittoria in ricordo di tutte le persone colpite dalla tragedia del volo MH370. Una menzione speciale va anche alla mia matrigna Linda per il suo 50° compleanno domani!». Nelle varie dichiarazioni anche a favore del “main sponsor” della squadra - che qui correva “in casa” - e a rimarcare la “doppietta”, Nico Rosberg fa anche una strana affermazione su come abbia reagito alla manovra di Vettel in partenza: «Questa è una giornata incredibile per la nostra squadra e per la Mercedes. Tutti quanti a Brackley e Brixworth, e tutti i dipendenti di Mercedes-Benz , possono sentirsi molto orgogliosi per oggi. Per la prima volta nell’epoca moderna delle Frecce d'Argento, abbiamo raggiunto una doppietta, che è un risultato incredibile. La squadra ha fatto un lavoro fenomenale durante l'inverno e li ringrazio ancora una volta per questo. In gara ho avuto di nuovo un ottimo start, anche se ho sfiorato Sebastian. Ero molto vicino al muro e ho quindi chiuso gli occhi, ed è andato tutto bene. Più tardi ero in grado di controllare il ritmo e difendere la mia posizione contro Seb, ma Lewis era fuori dalla mia portata, quindi complimenti a lui per la sua vittoria. Non vedo l'ora ora di arrivare al prossimo weekend in Bahrain». Nonostante ad un certo punto Vettel avesse parlato via radio con i suoi box di liquidi (acqua oppure olio) persi dalla Mercedes di Rosberg, in realtà nessun problema ha rallentato la cavalcata delle monoposto con la Stella. Aspetto che Paddy Lowe sottolinea così: «Sapevamo dalle prove che avevamo il passo gara giusto, così il problema oggi era quello di gestire la squadra e le macchine lungo i 56 giri senza commettere errori o incontrare problemi. Questo è uno sport complesso e le cose più piccole possono rovinare una gara. Ma abbiamo realizzato una gara senza errori e siamo al settimo cielo (“over the moon” è il termine esatto usato dal tecnico Mercedes, ndr) per aver segnato la prima doppietta Mercedes dal 1955». Maurizio Voltini