Che succede alla Ferrari? Dopo Stefano Domenicali, un altro grande nome rischia di dover lasciare il posto. Luca Marmorini, 52enne ingegnere di Arezzo, è capo del Reparto Motori. Il più discusso per le prestazioni insoddisfacenti della F14 T fino a questo momento. Le ultime voci danno Marmorini in partenza. Il suo vice è Mattia Binotto, potrebbe sostituirlo ad interim. Ma se fosse confermata, la notizia lascerebbe tutti perplessi. Che senso ha cambiare il vertice del reparto motoristi a metà stagione? È chiaro che, stante il regolamento, la Ferrari non potrà mai recuperare lo svantaggio derivante dagli errori di progettazione (turbina troppo piccola, mancata schermatura del calore dei gas). Ma è anche difficile navigare a vista per il resto dell’anno. Le voci non si fermano qui, visto che in Ferrari, intesa come squadra corse ai Gp, dovrebbe esserci un nome nuovo, quello di Giacomo Tortora. Già esperto di modelli di simulazione al computer quando era alla McLaren, Tortora finora si è occupato soprattutto di lavoro in fabbrica. Ora dovrebbe assumere un ruolo di di dirigenza del gruppo degli ingegneri. Marco Mattiacci sta lavorando a una ristrutturazione necessaria. Era ovvio che qualche testa doveva cadere, ma al momento è difficile vedere un indirizzo preciso. Dopo l’assalto a Adrian Newey, dopo le voci - abbastanza vere - di un secondo assalto a Ross Brawn, non si capisce se la nuova Scuderia deve prendere nomi nuovi o piuttosto lasciare quelli vecchi. (a.a.)