Il secondo turno di prove libere F1 in Bahrain riporta la situazione su canali più abituali, rispetto al primo che nessuno aveva preso come indicativo fra gli addetti ai lavori. Stavolta troviamo quindi di nuovo davanti le Mercedes, in particolare Rosberg che precede di 1 decimo abbondante Hamilton, il quale ha avuto però delle esitazioni, con frenate sbagliate che gli hanno fatto perdere il giro buono. Quasi lo stesso si può dire per i ferraristi, con Raikkonen 3° a mezzo secondo e davanti a Vettel che ha compiuto un errore allargando all'uscita proprio dell'ultima curva e quindi appena dietro di 1 decimo ulteriore. Seguono nella graduatoria dei giri veloci Bottas 5° a 3 millesimi da Vettel e Ricciardo e Maldonado a 8 decimi dal vertice. Mentre sono a più di 1 secondo Nasr, Kvyat e Massa che completano la top ten. La sessione ha visto anche un paio di episodi che verranno discussi in direzione gara. Il primo è quello di Vettel che uscendo dai box è andato a farsi tagliare la strada da Perez che seguiva Nasr in pista, toccandolo. C'è stato un problema ai freni che ha portato un po' lungo Vettel, ma pare anche che ci fosse una ruota (l'anteriore destra) non perfettamente fissata, per quanto Seb sia riuscito a rientrare ai box dopo un giro senza perderla, seppur con l'ala davanti distrutta. Il restart successivo alla bandiera rossa per quest'episodio, ha visto un po' di caos in pitlane, con Raikkonen e Hamilton che hanno sfilato sulla destra, magari un po' troppo platealmente, alcune macchine ferme a destra. Anche questo è sotto investigazione. Il prossimo appuntamento con la pista di Sakhir diventa ora quello con le FP3, programmate alle ore 14 italiane di domani. Ricordando che, oltre allo schema a seguire, potete trovare qui tutti i tempi delle prove e altre classifiche. FP2 ore 18.30 - La sessione arriva alla sua conclusione senza variazioni cronometriche ma con un altro episodio all'attenzione degli ufficiali di gara: Hamilton e Raikkonen dovranno presentarsi in direzione gara per aver sfilato gli altri in pitlane in occasione del restart. ore 18.25 - Si riparte quando mancano 6 minuti alla fine, e contemporaneamente viene comunicato dalla direzione di gara che l'incidente fra Vettel e Perez verrà messo sotto inchiesta. Sembra che la Ferrari abbia anche avuto un problema di freni, forse freddi. ore 18.20 - Quando mancano 10 minuti alla conclusione, Vettel nell'uscire dai box non riesce ad evitare un urto con Perez, rimettendoci l'ala anteriore. Esce la bandiera rossa per via dei detriti rimasti in pista. ore 18.00 - Con Button unico fermo ai box e varie situazioni di traffico in pista (e qualche bloccaggio pesante anche da parte di Hamilton) la Ferrari mostra un buon passo, sotto 1'40" come le Mercedes. Poi man mano la pista migliora e si pulisce (e le monoposto si scaricano) i tempi si avvicinano a 1'39". ore 17.55 - La McLaren è riuscita a rimandare in pista Button, anche se poi lo fa rientrare ai box dicendogli che sono necessari altri controlli. ore 17.50 - Tutti tranne Button hanno già sfruttato le gomme soft gialle e passano quindi alle prove sulla distanza, in modalità simulazione di gara. La situazione a metà sessione CCzhaC7WIAAc62k.jpg-large ore 17.40 - Anche le Mercedes montano le gomme soft per la simulazione di qualifica, ma mentre Rosberg segna il 1° tempo con 1'34"647, mentre Hamilton fa diversi errori in frenata e alla fine si mette 2° a 0"115. Mentre 5° dietro alle due Ferrari si mette Nasr, staccato di 1"146. Seguono Alonso ed Ericsson. ore 17.30 - Il primo a montare le gomme soft gialle, le più morbide, è Raikkonen che sale 1° con il tempo di 1'35"174. Lo imita Vettel che però sbaglia all'ultima curva e gli si accoda per 0"103. Sempre con le gomme soft li va a seguire per 0"974 Ericsson. ore 17.20 - Rosberg e Nasr scavalcano Raikkonen portandosi 3° e 4° con distacchi di 0"397 e 0"434 rispettivamente. ore 17.15 - Entra in pista anche Vettel che sale davanti con 1'37"088, ma poco dopo Hamilton lo supera con 1'36"795. Invece Rosberg si posiziona 4° a 1"2. Quindi Vettel migliora a 1'36"895 arrivando a 1 decimo esatto da Hamilton che compie un dritto. ore 17.10 - Massa ottiene il primo crono per essere poi scavalcato di 1 solo millesimo da Bottas. Quindi arriva Raikkonen che segna 1'37"537 migliorando quindi anche il suo giro veloce del mattino. Ancora pochi in pista. ore 17.00 - Scatta il verde che dà il via alla seconda sessione delle prove libere, senza che però ci sia nessuno pronto a scendere in pista. Solo dopo qualche minuto entra per primo Massa.

La cronaca "live"

Introduzione

Inizio alle ore 17 per la seconda sessione di prove libere F1 a Sakhir: un orario molto importante perché corrispondente a quello delle qualifiche e della gara, quando saranno le 18 in loco e quindi in occasione del tramonto. Una situazione che determina una consistente variazione delle temperature, nettamente al ribasso rispetto a quelle della giornata e delle prime prove libere (che proprio per questo sono poco indicative), per cui sarà adesso che le squadre cercheranno davvero le impostazioni più adatte per le proprie monoposto. Se e come ci riusciranno, con le simulazioni di qualifica e di gara che si attendono in questa fase, lo vedremo nel corso della nostra solita cronaca diretta, sia qui sul web che su Twitter (@autosprintLIVE). Maurizio Voltini pianta-Bahrain