Due volte campione del mondo, nonché il più giovane pilota a sedere sul trono della Formula 1. Poi il sogno Ferrari con cui è arrivato secondo per ben tre volte in cinque stagioni. La storia di Fernando Alonso alla corte di Maranello è ben nota, ma lo spagnolo, quest’anno tornato in McLaren, ha ancora qualcosa da aggiungere riguardo al divorzio con la Scuderia Ferrari. In una recente intervista televisiva alla CNN, Alonso ha dichiarato che “probabilmente avrei dovuto lasciare prima la Ferrari. La vettura non era competitiva e la situazione diventata ogni giorno più triste. Lasciare uno o due anni prima sarebbe stata la cosa migliore, ma abbiamo provato ugualmente a fare del nostro meglio fino alla fine e in ogni singola gara. Dopo cinque stagioni in Ferrari, arrivando sempre secondo, ho deciso che era abbastanza”. Una decisione non facile, per un pilota. Chiunque approda in Formula 1 sogna di vincere un titolo con le Rosse: “Non volevo mollare e ho sempre creduto che fosse possibile mantenere vivo il sogno - ha spiegato Alonso – Ma l’ultimo anno mi sono reso conto che con la Ferrari non era possibile battere la supremazia Mercedes e che dedicarmi a un nuovo progetto era l’idea migliore”. Alla vigilia del week end di Spa-Francorchamps, Alonso si trova al 15° posto in classifica generale, avendo raccolto 11 punti in 10 Gran Premi, con un 5° posto in Ungheria come miglior risultato della stagione. Nelle immagini la vittoria di Alonso su Ferrari al GP di Monza 2010. Francesco Colla