I problemi iniziali al cambio, rimasto bloccato in 7ª marcia, e poi l'interruzione causata dall'incidente di Maldonado, non impediscono a Rosberg di far segnare il miglior crono della sessione subito al primo tentativo, superando Hamilton di 24 centesimi e Ricciardo di 29. Poco più in là, a 4 decimi, troviamo Raikkonen 4° seguito da Vettel che ha un distacco dal vertice di 8 decimi. Va detto però che quando il tedesco era nel "giro buono" sono uscite le bandiere rosse per Maldonado. Peraltro Kvyat è 6° con un distacco di quasi 9 decimi ed è superiore a 1 secondo il ritardo di quelli alle sue spalle, con Verstappen 7° e a oltre 1"3 Sainz, Perez e Bottas a seguire. Mentre la nuova power unit evoluta della Honda sembra dare qualche problema di erogazione (troppo brusca) e così Alonso e Button non sono più in là del 16° e 18° tempo. Ora si passa alla seconda sessione, programmata per le ore 14.

FP1

La cronaca "live"

ore 11.30 - Esce la bandiera a scacchi e si conclude la prima sessione di prove libere a Spa, con questa situazione: 1° Rosberg poi Hamilton, Ricciardo, Raikkonen, Vettel, Kvyat, Verstappen, Sainz, Perez, Bottas. ore 11.25 - Con Maldonado fermo per l'incidente, Bottas riesce a togliergli il 10° tempo per 28 millesimi. Mentre Rosberg chiede via radio se la gomma posteriore sinistra sia forata: gli viene risposto di no, che probabilmente scivola perché troppo calda. Sembra insomma che quello della gestione e del degrado delle gomme possa essere un problema considerevole in questa occasione. ore 11.20 - Nessuna particolare novità cronometrica negli ultimi minuti, anche perché c'è chi è già passato a prove sulla distanza, come Raikkonen. Ricordiamo che in questa sessione tutti hanno utilizzato solo le Pirelli medie bianche, vale a dire la mescola più dura disponibile in questa occasione (rispetto alla soft gialla). ore 11.10 - Le McLaren-Honda hanno ancora qualche problema di erogazione (con le nuove power unit aggiornate) e solo nell'ultima tornata Alonso riesce a salire da 18° a 14° nella lista dei giri veloci, però sempre a 2"4 dal vertice, mentre Button scende 18°. A seguire la lista crono completa. CM6-_kOWoAA7xOA.jpg-large ore 11.05 - Finalmente Rosberg riesce a completare un giro cronometrato e con 1'51"200 scavalca tutti portandosi 1° in lista. Hamilton e Ricciardo sono a 0"242 e 0"291 rispettivamente. ore 11.00 - La sessione riparte con Rosberg che era già pronto da tempo all'uscita della pitlane seguito da una decina di altri piloti. Il tedesco è ancora senza crono perché dopo i problemi al cambio era stato bloccato dalla neutralizzazione per Maldonado, quando era rientrato in pista. ore 10.50 - Maldonado "perde" il retrotreno della Lotus in uscita da Malmedy e va a sbattere contro le barriere sul lato opposto, causando l'uscita della bandiera rossa. La sua Lotus ha la sospensione anteriore destra divelta. CM659lkWoAAvwO3.jpg-large ore 10.45 - I primi a tornare in pista sono Maldonado e Raikkonen: il pilota Lotus sale da 12° a 4° ma viene scavalcato da quello Ferrari che si porta 2° con il tempo di 1'51"478. ore 10.35 - In Ferrari ci tengono comprensibilmente a rimarcare che questo in Belgio è il 900° GP di F1 per la Scuderia modenese. CM6tVzWUsAAOf5E.jpg-large ore 10.30 - Dopo aver sfruttato il primo set di gomme "bonus" offerto per la prima mezz'ora di prove, torna la calma in pista. Così la situazione: 1° Hamilton che ha abbassato il suo crono a 1'51"340, poi a 1 secondo e più seguono Ricciardo, Kvyat, Nasr, Raikkonen, Hulkenberg, Vettel, Verstappen, Perez e Massa. CM62QqLWEAAjDiK.jpg-large ore 10.20 - Subito dopo le Toro Rosso si fiondano in pista quasi tutti gli altri. Al vertice si mette Hamilton con 1'52"192 seguito da Ricciardo, Nasr, Vettel, Kvyat, Verstappen, Raikkonen, Perez, Massa e Sainz. Problemi tecnici invece per Rosberg che rientra senza completare il giro. ore 10.15 - Prime a tornare in pista sono le due Toro Rosso, che segnano 1'54"645 con Sainz e 1'54"836 con Verstappen. ore 10.10 - Dopo i primi giri di controllo, con Massa, Ricciardo e Hamilton ultimi a scendere in pista, tutti rientrano ai box e c'è qualche minuto di calma in pista. ore 10.05 - Questi i nuovi profili alari montati dalla Mercedes a Spa. CM6wEw-WwAAMQjY.jpg-large ore 10.00 - Inizia la prima sessione di prove libere per il GP del Belgio. Subito in pista una dozzina di piloti, fra cui i due ferraristi e Rosberg, per i primi "installation lap". ore 09.50 - A una decina di minuti dall'inizio della prima sessione di prove libere, il clima a Spa è sereno. Confermato solo Palmer fra le terze guide al volante in queste FP1.

Introduzione

Dopo le vacanze "coatte", stabilite e imposte per regolamento a tutti i team, la Formula Uno ritorna in pista affrontando la seconda metà della stagione con l'appuntamento del GP F1 del Belgio a Spa, undicesima prova di campionato. Che come sempre noi seguiremo con la nostra cronaca diretta sul web e su Twitter già a partire dalle prime prove libere, che inizieranno alle ore 10. Rispetto all'anno scorso non ci saranno particolari novità per il tracciato belga di poco più di 7 km (7.004 metri, il più lungo in calendario) se non per ritocchi ad alcuni cordoli e a certe zone di fuga. Mentre per le macchine avremo qualche evoluzione motoristica sulle power unit Honda della McLaren e su quelle Ferrari della Sauber, oltre ai vari consueti nuovi dettagli aerodinamici per un po' tutti, come la nuova ala a cucchiaio per la Mercedes. Inoltre nella prima sessione avremo Jolyon Palmer a sostituire momentaneamente Romain Grosjean alla guida della Lotus. Per quanto riguarda i pneumatici, ricordiamo che qui la Pirelli ha portato le mescole intermedie della gamma, vale a dire soft gialle e medium bianche. Infine, le zone in cui sarà consentita l'apertura dell'ala mobile sono due: il rettilineo di partenza e quello di Kemmel, cioè fra le curve 4 Raidillon e 5 di Les Combes. Per altre curiosità e statistiche relative al GP e alla pista belga, vi rimandiamo a questa pagina. Maurizio Voltini

La cronaca su Twitter