E' arrivata puntuale dopo la seconda sessione di prove libere sul circuito di Spa-Francorchamps la decisione della FIA di comminare a McLaren una serie di penalità da record. Il team ha infatti effettuato il cambio dei motori e altri elementi (turbo, MGU-H, MGU-K) sulle monoposto di Fernando Alonso e Jenson Button, infrangendo l’articolo 28.4 del regolamento. Per il team britannico si tratta della settima sostituzione stagionale per quanto riguarda il motore, sia sulla vettura dello spagnolo che dell’inglese. Infrazione che da sola comporta la retrocessione in griglia di partenza al GP del Belgio di dieci posizioni per ciascun pilota; ma che sommata alle altre sostituzioni costerà al team una retrocessione da primato. Ben 55 posizioni, 30 per Alonso e 25 per Button: inutile specificare che i due ex campioni del mondo domenica partiranno dal fondo dello schieramento. Ma con il nuovo regolamento il numero di posizioni da scontare conta ben poco - una volta raggiunto il fondo dello schieramento non si hanno altre sanzioni - e la strategia del team è chiara: prendere tutte le penalità del caso sacrificando un gran premio (in cui la posizione di partenza era già compromessa) per poi avere a disposizione power unit più efficaci e "fresche" a partire da quello successivo. Francesco Colla