La seconda sessione di prove libere a Suzuka è più animata della prima, ma sempre condizionata dalla pioggia, oltretutto variabile. Chi approfitta al meglio di queste condizioni è Kvyat, già 2° in FP1, che risulta il più veloce con il tempo di 1'48"277 che gli fa precedere Rosberg di soli 23 millesimi. Più staccato, a quasi 6 decimi, è Hamilton, con Ricciardo 4° a 0"8. A circa 2 secondi dal vertice troviamo 5° e 6° Vettel e Raikkonen, con il tedesco che ha girato parecchio sotto l'acqua totalizzando ben 19 giri. Un ulteriore decimo ciascuno per Sainz e Verstappen, mentre Nasr e Maldonado chiudono la top ten staccati di 2"7 e 3"3 rispettivamente. I riscontri sono cimunque stati condizionati pesantemente dalla condizioni variabili del fondo: Alonso per esempio ha girato solo sotto la pioggia battente, e Bottas non ha nemmeno effettuato un giro. Ufficialmente alla Williams hanno voluto risparmiare le gomme da bagnato, ma non sembra debbano servire per la gara, prevista in condizioni asciutte. Appuntamento con la nostra cronaca diretta di nuovo alle ore 8 di domani con le qualifiche. FP2

La cronaca "live"

ore 08.30 - Con Vettel, Raikkonen e Alonso ultimi a resistere a girare in pista a Suzuka, si arriva alla conclusione della seconda sessione di prove libere con Kvyat più veloce davanti a Rosberg, Hamilton, Ricciardo, Vettel, Raikkonen, Sainz, Verstappen, Nasr e Maldonado. ore 08.20 - Anche Hamilton in pista, ma le Mercedes sono impegnate più che altro in ripetute prove di partenza a fine pitlane. Poi entrano pure Vettel e Button. Tutti con gomme wet blu. ore 08.15 - Alonso ritorna ai box dopo aver completato 6 giri, e il suo posto in pista viene rilevato da Rosberg che entra dopo una prova di partenza a fine pitlane. ore 08.10 - Le condizioni della pista sono improbe e tutti sono fermi ai box, tranne Alonso che scende in pista per i suoi primi giri, arrivando al 17° tempo con 1'57"087. Gomme wet blu sulla sua McLaren-Honda. CPujeNbWUAAT7Q_.jpg-large ore 08.00 - La pioggia si intensifica e anche Vettel che sta girando liberamente, finendo pure lungo al tornante, rientra ai box. Per un po' la pista resta deserta, finché entra Ericsson che però è costretto a montare le Pirelli blu "full wet". A seguire la situazione crono presa dopo poco meno di 1 ora di prove. CPuhZSQU8AAVLn_.jpg-large ore 07.50 - È tornato a piovere e anche i tempi ne risentono: Raikkonen ha girato 3 secondi più alto che in precedenza. Anche Vettel segnala via radio che c'è più acqua, e Adami gli risponde di non prendere rischi. Ma come si può vedere dall'immagine seguente, Seb sembra abbastanza rilassato, tanto che saluta... CPuf5d8WcAAet9e.jpg-large ore 07.40 - Tornato in pista, Kvyat riprende la prima posizione con il tempo di 1'48"277, precedendo Rosberg di soli 23 millesimi. Tutti sempre con le Pirelli intermedie verdi. CPuXn5NWoAAuxha.jpg-large ore 07.30 - Quando solo Alonso, Verstappen e Bottas non sono ancora scesi in pista, questa la top ten dopo mezz'ora di prove: 1° Rosberg seguito da Hamilton, Ricciardo, Kvyat, Vettel, Raikkonen, Sainz, Nasr, Maldonado e Hulkenberg. ore 07.20 - Rosberg e Hamilton si portano davanti a Ricciardo, con 1'48"300 e a seguire per 0"5 e 0"8. Sono ora una dozzina i piloti con un crono, con Vettel 5° dietro a Kvyat dopo un largo alla prima curva. Uscite senza conseguenze anche per Raikkonen e Maldonado. CPuZiLiWUAAQ_-0.jpg-large ore 07.10 - I primi riscontri cronometrici arrivano da Kvyat in 1'49"374 e poi da Raikkonen in 1'50"319. Seguono Hulkenberg, Perez ed Ericsson. CPuXEZnWUAAYDwL.jpg-large ore 07.05 - Il primo a scendere in pista è Kvyat, seguito poco dopo da Hulkenberg e Rosberg. Gomme wet sulla Mercedes, intermedie per gli altri. La pista è sempre piuttosto bagnata. CPuWlWNWgAAaljY.jpg-large ore 07.00 - Scatta il semaforo verde alla fine della pitlane, ma nessuno entra nei primi minuti nella pista sensibilmente bagnata. CPuUyYiWsAAeris.jpg-large ore 06.55 - Anche la seconda sessione di prove si avvicina con il clima avverso: leggera pioggia che sta calando e ovviamente pista bagnata come in FP1.

Introduzione

Parte alle ore 7 italiane, quando in Giappone sono le 14, la seconda sessione di prove libere F1 che seguiremo con la nostra cronaca diretta sia qui sul web che su Twitter (@autosprintLIVE). Mentre alla prima sessione delle ore 3 (10 locali) abbiamo dedicato una sintesi conclusiva. Il teatro di questa 14esima prova della stagione mondiale F1 2015 è la pista di Suzuka, uno splendido e completo tracciato di 5.807 metri che purtroppo ci riporta alla memoria il malaugurato incidente di un anno fa a Jules Bianchi. Un circuito che proprio per le conseguenze di quella giornata è stato modificato soprattutto allo scopo di favorire il drenaggio in caso di pioggia, quindi anche ai bordi dell'asfalto, senza variare il tracciato in sé. La pista molto diversa da quella di Singapore (si passa da velocità medie piuttosto basse ad altre invece molto alte, sul giro) presenta come sempre una sola zona di attivazione del DRS, cioè il rettifilo di partenza. Per l'alta velocità media e il notevole arco di tempo in cui i pneumatici stanno sotto carico, la Pirelli ha portato in questa occasione le gomme più dure, ovvero quelle a mescola media bianca e hard arancione. Proprio per la conformazione con varie curve veloci e impegnative, che fanno apprezzare questa pista da molti piloti, qui sarà fondamentale avere monoposto con grande efficienza aerodinamica e ottimo bilanciamento; ma ovviamente anche il motore continua ad avere la sua importanza. Maurizio Voltini

La diretta su Twitter

mappa-suzuka