Mercedes sempre davanti anche nelle "monche" prove libere del venerdì ad Austin, pur se solo con Nico Rosberg che in questa occasione ha insistito giusto un po' di più (7 giri) rispetto a Lewis Hamilton (4 giri) nell'unica sessione disputata, quella del mattino (causa maltempo) facendo segnare il miglior crono per oltre 1 secondo sugli altri. Ecco come la commenta il tedesco: «Per me non è stata una brutta giornata. Ho fatto il mio dovere nella sessione del mattino, ha avuto un buon giro veloce e ho anche provato un po' di lavoro sulla messa a punto. Ma è un peccato per gli spettatori: pagano un sacco di soldi per essere qui e non hanno visto una sola macchina in pista nel pomeriggio. Quindi cerchiamo di vedere cosa succederà domani, ma le previsioni non sono buone…». Da parte sua Hamilton (5° tempo) inizia spiegando le cose in modo un po' inaspettato: «È stata una bella giornata... Mi piace quando piove, basta che non sia il giorno delle prove! Il tempo è stato incredibile, non credo di aver mai visto una pioggia come questa. Non ho completato molti giri la mattina, quando la pista si stava asciugando, perché volevo conservare le gomme per la sessione pomeridiana. Ma alla fine non abbiamo avuto la possibilità di uscire. Mi sarebbe piaciuto, anche solo per vedere come sarebbe stato come in quelle condizioni, ma naturalmente la sicurezza dei commissari e di tutti gli altri deve venire prima». «Sono rimasto sorpreso da quanto grip c'era con le intermedie - prosegue Lewis - nei pochi giri che ho fatto. La superficie della pista varia in maniera notevole tra i vari circuiti e credo che questo sia quello con più grip che posso ricordare con queste gomme. Davvero andavano molto bene, quindi dovremmo avere un sacco di divertimento se sarà così anche in gara. Però ora abbiamo pochissime informazioni, per cui il resto del weekend sarà intenso. Ma è lo stesso per tutti, quindi dobbiamo solo fare il miglior lavoro possibile. Incrociamo le dita sulla possibilità di girare sabato e domenica: se davvero la pioggia diventerà pesante come stanno dicendo, allora forse mi prenderò un giorno di ferie e vado al cinema. Ma la cosa principale ora è riuscire a fare la gara!». Nel suo ruolo di direttore tecnico esecutivo del team Mercedes, Paddy Lowe ci spiega come sono andate queste prove dal suo punto di vista: «Le condizioni intermedie all'inizio delle prove ci hanno permesso di fare solo qualche giro con entrambi i piloti, per prendere confidenza con il bilanciamento della vettura sul bagnato e anche per effettuare un paio di prove di partenza. Il passo sembrava incoraggiante, da quello che abbiamo potuto vedere. Più avanti nella sessione, tuttavia, il circuito si è asciugato in modo abbastanza significativo, così nel fare più giri avremmo danneggiato le gomme molto rapidamente. Dal momento che abbiamo solo un set di intermedie per l'intero venerdì, abbiamo quindi scelto di salvarle per il pomeriggio. Purtroppo, l'intera sessione pomeridiana è stata annullata, per cui è stata forse un'opportunità persa. Le previsioni meteo danno lo stesso per domani, ma speriamo per il bene degli spettatori che saremo in grado di disputare le qualifiche». Maurizio Voltini