Dell’avvicendamento al vertice della Ferrari Driver Academy se ne parlava da tempo, già dallo scorso novembre, dopo il Gran Premio del Brasile, che resta l’ultima gara di Massimo Rivola nelle vesti di direttore sportivo al muretto Ferrari. Per lui c’è, adesso, la direzione della FDA al posto di Luca Baldisseri, passato in Williams al seguito di Lance Stroll. Si attendeva l’ufficialità, arrivata con una lettera ai tifosi firmata dallo stesso Rivola. «Dopo 18 anni di Formula 1, di cui 12 passati al muretto, è giunto il momento di effettuare un pit-stop… Stimolato da una grande sfida professionale, d’accordo con l’azienda, ho deciso di occuparmi del rinnovamento della Ferrari Driver Academy. L’addio di un pilota simbolo come Jules, è stata certamente la scintilla che ha fatto sì che da oggi per me questa sia una vera e propria “missione”», scrive il 44enne faentino, che nel suo curriculum non ha solo la Rossa, avendo iniziato in Minardi nel 1998, dall’ufficio marketing fino al ruolo di direttore sportivo nel 2004. Poi l’esperienza in continuità con la Toro Rosso e, nel 2009, l’approdo in Ferrari. «Anche grazie alle mie esperienze precedenti, ho avuto la fortuna di lavorare con tantissimi piloti e di farlo soprattutto quando questi erano giovanissimi, come Sebastian e Fernando, tanto per citarne alcuni. Pensare che il campione del domani della Scuderia cresca nell’Academy è semplicemente fantastico», prosegue la lettera di Rivola. «Non metterò assolutamente da parte la passione per i Club e le persone che li trainano, anzi cercherò di coinvolgervi sempre di più per supportare i giovani che faranno parte di quella che voglio diventi “La” scuola per diventare piloti veri. Per questo, la grinta, l’entusiasmo e la professionalità di Mauro Apicella, al suo decimo anno in Ferrari, saranno ancora più importanti per me». Fabiano Polimeni