Ancora una volta Kimi Raikkonen punzecchia la platea di giornalisti presente alla tradizionale conferenza stampa del giovedì. Domani a Montreal si corrono le prime due sessioni di libere e il popolo ferrarista attende di vedere se gli aggiornamenti alla power unit della SF16-H (che costano alla Scuderia due gettoni) potranno migliorare la situazione non rosea delle Rosse fino a questo punto della stagione. Situazione che potrebbe influire sul futuro del finlandese all'interno del team. Ma sul rinnovo contrattuale Iceman taglia corto«Voi (giornalisti, ndr) siete sempre molto informati. Io non saprei, è una decisione che non spetta a me. Ho sempre detto di essere felice, e spero di poter continuare a stare qui, per poter aiutare la Ferrari ad arrivare dove vogliamo».

GP Monaco: Raikkonen per la prima volta è polemico

Ferrari è ancora a secco di vittorie e al GP di Monaco Kimi e Seb non sono nemmeno riusciti a salire sul podio, con il finlandese costretto al ritiro dopo essere andato a muro: «La nostra situazione la conosciamo bene, la macchina è molto più forte dell'anno scorso anche se i risultati al momento non ci hanno dato ragione. Dobbiamo continuare a lavorare e i risultati arriveranno, il pacchetto sta migliorando, l'inizio di stagione è stato complicato ma più o meno ci siamo» 

Se gli aggiornamenti alla PU funzioneranno lo vedremo da domani, ma Raikkonen tiene a precisare che "Roma non è stata costruita in un giorno": «La power unit noi la sfruttiamo sempre in pieno e questo è un passo avanti ma quanto lo sarà potrà dirlo solo il tempo. Ci sono dei pezzi nuovi e non li useremmo se non pensassimo portino dei miglioramenti. Non ci sarà nessun miracolo ma la direzione è quella giusta. Aspettavamo da un po' l`aggiornamento al motore, ci sono anche altre nuove parti, in un processo normale per la Ferrari».