Il Gran Premio d'Italia di Formula 1 è salvo ma Imola non si arrende. All'annuncio di accordo tra Formula One Management e Aci, per prolungare di tre anni la permanenza del gran premio di Monza nel calendario della F1, segue la replica di Formula Imola, che giovedì sera ha diffuso questo comunicato:

In data odierna - a meno di 48 ore dalla camera di consiglio - il Presidente del TAR Lazio, per evitare evidentemente prese di posizione illegittime da parte di ACI in mancanza di una deliberazione nel merito, ha fissato eccezionalmente in tempi brevissimi per il prossimo 26 ottobre p.v., l’udienza per la decisione definitiva sul ricorso di Formula Imola. Ciò in ragione della necessità non solo di definire la legittimità o meno della decisione dell’ACI, che intende utilizzare le risorse previste dalla legge di stabilità per lo svolgimento del Gran Premio a Monza, ma anche della imminente firma del contratto tra ACI e Formula One Management sullo svolgimento dell’evento a Monza. Resta inteso che il Presidente ACI, qualora intenda procedere con la firma del contratto per il Gran Premio d'Italia a Monza in spregio alle istanze del promotore del Gran Premio d'Italia a Imola (tra l'altro molto meno oneroso per la finanza pubblica) prima della decisione dei giudici amministrativi nel merito e della definizione delle ulteriori istanze comunitarie, si prenderà la responsabilità di aver firmato un contratto potenzialmente viziato con tutte le conseguenti implicazioni.

Il ricorso era stato presentato lo scorso 20 luglio con le seguenti motivazioni:

Formula Imola comunica di aver presentato un ricorso al TAR del Lazio contro la Federazione Sportiva Automobilistica Italiana – ACI, per l’impugnazione del provvedimento con il quale ACI ha negato a Formula Imola l’utilizzo della titolazione Gran Premio d’Italia nonché l’accesso ai fondi che, con la c.d. Legge di Stabilità, sono stati destinati all’organizzazione del Gran Premio d’Italia di Formula 1, auspicabilmente nel rispetto degli indirizzi di politica comunitaria, affinché gli stessi possano essere utilizzati anche per organizzare il Gran Premio d’Italia di Formula 1 presso l’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola.