Lo scorso anno fu la gara della sorpresa inaspettata, l'assoluta mancanza di competitività delle due Mercedes. Il Gran Premio di Singapore tra meno di due settimane dirà se il progetto W07 Hybrid ha sanato le criticità emerse a Marina Bay nel funzionamento delle gomme. Oggi, uno dei pochissimi punti deboli da affinare sembra essere la frizione, con quella finestra di utilizzo ristretta per ottenere lo spunto ideale al via. Se un anno fa a Singapore si corse con gomme soft e supersoft, quest'anno ci sarà la terza opzione, la ultrasoft

Nico Rosberg è cauto, guardando alla prossima tappa: «Lo scorso anno credo avessimo un distacco di 1"5, che è enorme. E' stata la gara più difficile delle ultime due stagioni per noi, quindi sarà un fine settimana molto impegnativo. Abbiamo fatto dei progressi, ma colmare 1"5 non sarà facile». Il tedesco, giunto a 2 punti dalla leadership del mondiale, avrà un'allocazione di gomme diversa da Hamilton. Entrambi con 7 treni di ultrasoft, Nico potrà contare su 4 set di morbide contro i 3 di Lewis, a sua volta con un treno in più di gomme rosse. Rosberg e Vettel sono i due che hanno optato per il minor numero di Pirelli supersoft (insieme a Grosjean). 

Ancora una volta la Ferrari si conferma la squadra che punta maggiormente sui compound più morbidi: 9 treni di ultrasoft a disposizione dei due piloti, come fatto dalla Haas e da Ericsson. Scelte interne diverse per quanto riguarda la disponibilità di gomme morbide e supermorbide: Raikkonen avrà 1 solo treno di gialle (da portare obbligatoriamente fino alla giornata di domenica), Vettel suddivide alla pari, invece i treni residui tra i 13 complessivamente disponibili nel week end. 

Sterzi a parte: Viva Giovinazzi!

Se Mercedes attende risposte da Marina Bay, con Toto Wolff che si dice fiducioso d'aver compreso il perché della scarsa competitività 2015, la Red Bull punta forte sul circuito cittadino per tornare alla vittoria. Ricciardo e Verstappen avranno a disposizione 2 treni di gomme morbide, 4 di supermorbide e 7 di ultramorbide. Tradizionale equilibrio in casa Force India, alla ricerca del nuovo sorpasso sulla Williams nel mondiale Costruttori: per Hulkenberg e Perez, "schema" 4-3-6 nell'allocazione dei tre compound. 

Ecclestone: "Abbiamo tolto la possibilità di gareggiare ai piloti"

Lauda: Ferrari, niente fretta. Vettel ritorni un faro