Kvyat ha le palle, come dice il nostro Mario Donnini. I suoi attributi hanno fatto discutere non poco quest’anno e i duelli all’arma bianca della prima metà stagione (vedi con Vettel in Russia) sono anche stati causa della retrocessione da Red Bull - in favore di Max Verstappen - a Toro Rosso

Team dove rimarrà anche nel 2017. Mentre si corre il GP di Austin il russo è stato riconfermato dal team di Faenza, precluendo di fatto la strada a Pierre Gasly, pilota GP2 spesso accreditato a succedergli. Kvyat ha così commentato il rinnovo: “Sono molto felice di rimanere con una squadra con cui mi sento a casa” ha commentato Kvyat, che rimarrà in coppia con Carlos Sainz Jr. “E’ una grande notizia, non vedo l’ora di continuare il lavoro insieme durante la prossima stagione e dare il 200%, spingendo al massimo come sono solito fare”

Franz Tost, team principal Toro Rosso sottolinea:Avere gli stessi piloti ci darà stabilità e un punto di riferimento. Per Carlos sarà il terzo anno, il che dimostra quanto lo consideriamo. E nelle ultime gare è anche stato chiaro quanto sia in forma Daniil. Ho sempre ribadito che il suo futuro era nelle sue stesse mani e lui ha messo a segno quelle performances che gli hanno garantito un sedile per il 2017. Ora abbiamo una coppia di piloti molto talentuosi per una stagione in cui ci aspettiamo di essere molto competitivi”

Kvyat ha le palle. Punto