Nonostante soffrano il caldo, le Ferrari hanno ben figurato nella terza sessione di prove libere ad Abu Dhabi, con Vettel 1° (1'40"775) e Raikkonen 3° a 0"224. Fra i due si inserisce solo Verstappen, uno degli ultimi a sfruttare le gomme ultrasoft in simulazione di qualifica, 2° a 0"137 da Seb. Per una volta non troviamo le Mercedes nelle prime tre posizioni, con Hamilton 4° a 0"290 e Rosberg 5° a 0"393, ma va sottolineato che non hanno sfruttato le ultrasoft nei giri finali, quando la pista era più veloce, come invece fatto dagli altri.

Se i primi 5 sono racchiusi in 4 decimi, è a oltre 1 secondo che troviamo Ricciardo (6° a 1"056) ma nemmeno lui ha insistito con le ultrasoft. Quindi le due Force India di Perez (7° a 1"110) e Hulkenberg (8° a 1"292) seguite da Bottas 9° a 1"301 quando un testacoda nel giro di simulazione qualifica impedisce a Massa di far meglio del 14° tempo. Buona prestazione di Gutierrez che completa la top ten precedendo di 3 decimi circa Alonso, Palmer e Button.

Ancora problemi per le Sauber, piuttosto lente, ma soprattutto per le Toro Rosso che hanno fatto meno giri di tutti, ancora alle prese con i problemi alle ruote posteriori e continui controlli ai cestelli dei freni. In ogni caso, ricordiamo che trovate qui tutti i risultati delle prove di Abu Dhabi e che le qualifiche saranno alle ore 14 italiane, sempre seguite dalla nostra cronaca diretta.

Introduzione

Inizio alle ore 11 italiane (le 14 locali) per la terza sessione di prove libere a Yas Marina, ultima ora di preparazione prima delle qualifiche che saranno invece alle ore 17. Sempre con la nostra cronaca diretta a seguire il tutto, sia qui sul web che su Twitter (@autosprintLIVE).
Come la prima sessione, questa non sarà probabilmente la più indicativa perché le condizioni ambientali saranno più calde rispetto a quelle che si avranno nelle qualifiche e in gara, tuttavia resta l'ultima occasione per le squadre per verificare se le modifiche effettuate sulla base delle indicazioni del venerdì abbiano determinato delle differenze nel senso auspicato. Vedremo inoltre se continueranno le sfide dirette fra Ferrari e Red Bull come pure fra Williams e Force India, ma anche se la Toro Rosso sarà riuscita a risolvere i problemi di ieri alle ruote posteriori.

La cronaca "live" con Twitter