Si conclude la parentesi Williams per Pat Symonds. Contratto in scadenza al 31 dicembre, un triennale che lo vide rientrare nel 2014 in Formula 1 con pieni poteri, dopo la vicenda crash-gate Renault che si portò dietro una sospensione iniziale di 5 anni, poi ridotta in un accordo con la FIA. Dalla consulenza al team Virgin tra il 2009 e 2013, alla direzione tecnica di una Williams che, nel 2012, era tornata al successo, con Maldonado in Spagna, ma aveva trascorso un difficile 2013.

Tra il 2014 e il 2016, 14 podi in totale per il team, che adesso è pronto a una nuova fase, con l'arrivo di Paddy Lowe dalla Mercedes. «Pat ha rappresentato un patrimonio incredibile per il team negli ultimi 3 anni. Il suo ingaggio ha rappresentato l'inizio di una più ampia ristrutturazione ed è stato centrale nel modellare la Williams in quella che è una squadra molto più forte oggi», ha commentato Claire Williams.

«Vorrei ringraziarlo per tutto il duro lavoro e impegno profuso in questo periodo, adesso ci proiettiamo verso il futuro e annunceremo a tempo debito i dettagli relativi alla guida tecnica della squadra». Prima di approdare in Williams, una lunga carriera iniziata in Toleman, dove approdò nei primi anni Ottanta, seguendone la transizione prima verso Benetton e poi verso Renault.