Prove tecniche di irrigazione artificiale del circuito, lunedì scorso al Montmelò. A una settimana dall'inizio della prima sessione di test invernali, sul Circuit de Catalunya si è provata la configurazione che il 2 marzo servirà per testare le gomme Pirelli da bagnato. Si è fatto ricorso ai camion-cisterna per bagnare la pista, in assenza di un sistema di irrigazione integrato, presente ad esempio al Paul Ricard, dove si disputarono alcune giornate di test nel gennaio del 2016.

Pirelli potrà avere i primi riscontri reali con le monoposto 2017, i team un assaggio delle caratteristiche degli pneumatici larghi sul bagnato. Qualora una delle giornate di test dal 27 febbraio al 1 marzo dovesse essere caratterizzata dal maltempo e la pioggia bagnare naturalmente il tracciato, il programma verrà modificato in corsa.

L'esigenza di bagnare costantemente gli oltre 4.600 metri del Montmelò e avere condizioni tali da permettere una vera analisi del comportamento delle gomme da bagnato verosimilmente porterà a run corti intervallati dalle uscite dei camion-cisterna per garantire l'irrigazione adeguata al "funzionamento" di full wet e intermedie.

La Formula 1 dei muti sembra un tressette

Intanto, arrivano i primi annunci relativi ai piloti che si alterneranno al volante nella quattro giorni di apertura dell'attività: Kevin Magnussen guiderà la nuova Haas V.F.17 il 27 e 28 febbraio, per cederla poi a Romain Grosjean. La Toro Rosso STR12 sarà portata al debutto da Carlos Sainz, il 28 febbraio toccherà invece a Daniil Kvyat.