La prima tornata di test al Montmelò ha comprensibilmente attirato l’attenzione dei tanti appassionati di Formula 1. Le nuove monoposto e i cambi di line-up stuzzicano congetture e speculazioni: in attesa della seconda settimana di prove e soprattutto del GP d’Australia, diamo un’occhiata ai “freddi” numeri. 

Partiamo dai tempi. Il più veloce è stato Valtteri Bottas: il neoacquisto Mercedes, durante il terzo giorno, ha messo a segno un crono di 1’19”705, migliorando di quasi 3 secondi quanto fatto da Kimi Raikkonen lo scorso anno al termine degli otto giorni di test, a parità di gomma, ossia ultrasoft. 

I nuovi gommoni Pirelli stanno contribuendo all’incremento delle performance e il secondo tempo è stato firmato da Sebastian Vettel al volante della SF70H gommata con le soft: 1’19”952 per il tedesco, a precedere il compagno di squadra Kimi Raikkonen che con le stesse coperture ha chiuso con un crono di 1’20”960. A un soffio Lewis Hamilton con la nuova W08 equipaggiata con le supersoft: 1’20”983, poi la Red Bull di Ricciardo, la Renault di Palmer e via via tutti gli altri (vedi tabella in fondo). 

Al di là dei tempi, significativi ma fino a un certo punto, vale la pena dare un’occhiata al numero di giri percorsi da piloti e team. Anche in questo caso il primato è di Valtteri Bottas, vero e proprio maratoneta: 324 giri per il finlandese, che sommati ai 234 portati a termine da Hamilton, portano Mercedes a un totale di 558 giri per 2597 km percorsi. Segue Ferrari: 267 tornate per Vettel, 201 per Raikkonen, per complessivi 468 giri e 2179 chilometri. Terzo posto per Sauber: le monoposto con motore Ferrari affidate a Marcus Ericsson e Antonio Giovinazzi hanno percorso 349 giri e 1625 chilometri. Williams, penalizzata dal crash di Stroll, McLaren e Toro Rosso sono stati gli unici team rimasti sotto il muro dei 1000 km. 

Cronometri, percorrenze ma anche velocità di punta. E anche qui ci sono alcuni numeri interessanti (al netto dei carichi di benzina): Sauber ha toccato i 332,3 km/h, seguita da Haas con 331,2; terza la Red Bull con una velocità massima di 330,2 a precedere la Ferrari con 328,2. Tre delle quattro monoposto, Red Bull a parte, montano propulsori Ferrari. In totale le vetture equipaggiate con motori di Maranello hanno percorso 5400 km, contro i 4883 delle macchine con propulsori Mercedes (fornitrice di Force India e Williams) e i 3584 Renault (che dà i motori a Toro Rosso e Red Bull, seppur nel secondo caso marchiati Tag Heuer).

Migliori tempi I sessione
Pilota Team Mescola Tempo Giorno
Bottas Mercedes ULTRASOFT 1'19"705 3
Vettel Ferrari SOFT 1'19"952 3
Raikkonen Ferrari SOFT 1'20"960 2
Hamilton Mercedes SUPERSOFT 1'20"983 2
Ricciardo Red Bull SOFT 1'21"153 3
Palmer Renault SOFT 1'21"396 3
Verstappen Red Bull SOFT 1'21"769 4
Hulkenberg Renault SOFT 1'21"791 3
Ericsson Sauber SUPERSOFT 1'21"824 3
Massa Williams SOFT 1'22"076 1
Grosjean Haas SUPERSOFT 1'22"118 3
Magnussen Haas SUPERSOFT 1'22"204 2
Stroll Williams SOFT 1'22"351 3
Giovinazzi Sauber ULTRASOFT 1'22"401 4
Ocon Force India SUPERSOFT 1'22"509 2
Perez Force India SUPERSOFT 1'22"534 4
Vandoorne McLaren ULTRASOFT 1'22"576 4
Alonso McLaren ULTRASOFT 1'22"598 3
Kvyat Toro Rosso SOFT 1'22"956 2
Sainz J Toro Rosso MEDIUM 1'23"540 3
Celis Force India ULTRASOFT 1'23"568 3