L’imminente, attesa, stagione 2017 rappresenta un traguardo importante per Sauber, che festeggia i 25 anni in Formula 1. Il team svizzero si presenta a Melbourne con Marcus Ericsson e Pascal Wehrlein, entrambi reduci da soddisfacenti sessioni di test a Barcellona (col tedesco, all’epoca convalescente, sostituito nella prima settimana da Giovinazzi). 

Le C36 con motore Ferrari hanno macinato chilometri al Montmelò, 3667 in totale, anche se i tempi migliori dei piloti Sauber sono stati tra i più alti, con Ericsson, il migliore della Scuderia, che ha fatto registrare un 1:21.670 durante l’ultimo giorno di prove con gomme ultrasoft, girando 3” più lento rispetto al miglior crono di Kimi Raikkonen

Ora i due giovani driver sono pronti a capitalizzare l’esperienza accumulata sul tracciato di Albert Park: “Mi piace molto Melbourne – ha commentato Ericsson – E’ un posto fantastico. Non vedo l’ora di iniziare la stagione, dopo i test, dove abbiamo potuto collezionare un mare di dati: vado a Melbourne con un approccio molto positivo. Ora dobbiamo vedere come funzionerà la nuova macchina durante la prima gara e Albert Park è un circuito insidioso, penso sarà una bella sfida trovare il giusto set-up, ma sono fiducioso che sapremo farlo”. 

Ad affiancarlo la new entry Wehrlein, che lo scorso anno con Manor era riuscito ad ottenere un decimo piazzamento: “Il GP d’Australia sarà molto speciale per me e per la Sauber – ha commentato il pilota – E' l’ l’inizio della mia nuova carriera in Formula 1 e sono sicuro che quando i semafori si spegneranno sarà un momento unico. Durante i test ho avuto giorni molto produttivi e sono stato in grado di famigliarizzare con la C36-Ferrari. Ora dopo una preparazione fisica intensa sono emozionato all’idea di correre a Melbourne e mi sento pronto e molto preparato”.