Margherita, pizza, fiore o regina che la si volesse intendere, non ha avuto vita facile, chiudendo il 2016 con zero vittorie in carnet. Prima ancora, all’esordio con la Scuderia Ferrari, Sebastian Vettel aveva chiamato la sua SF15-T Eva, evocazione della prima donna biblica. La tradizione onomastica muliebre prosegue e per la SF70H il quattro volte campione del mondo ha scelto Gina.

Diminutivo di Regina, come è stato scritto sul profilo Twitter della sua fan page. Vettel ha una lunga tradizioni di amanti: nel 2008 partì con Julie, seguita da Kate, Luscious Liz, Kinky Kylie, Abbey, Hungry Heidi e Suzie. Con quattro di loro ha centrato altrettanti titoli mondiali, tutti vinti con Red Bull; con le Rosse il titolo non è ancora arrivato. Gina sarà quella giusta?