Sempre tra i primi nelle prove libere in Bahrain, la Red Bull poteva concretamente lottare per la seconda fila nello schieramento e l'ha ottenuta, ma non con il pupillo olandese come forse speravano i responsabili, bensì con Daniel Ricciardo: «È stata una giornata positiva - spiega l'australiano - non ci aspettavamo cambiasse tanto tra la Cina e qui, invece adesso siamo molto più vicini alla pole di quanto fossimo una settimana fa, quindi incameriamo. Essere in seconda fila e davanti a una Ferrari è una bella sorpresa, anche se avevamo la speranza di poter lottare per la seconda fila se avessimo "messo assieme" tutto bene, e ce l'abbiamo fatta. Stiamo imparando a ottenere sempre qualcosa di più dalla macchina, bene così. Se domani Mercedes e Ferrari avessero del degrado, potremmo avere delle possibilità. L'obiettivo è comunque mantenere questo divario anche in gara e ripetere il nostro passo da qualifica anche nei long run»

Un po' deluso invece Max Verstappen, comunque sesto nei tempi: «Avevo migliorato in ogni sessione, fino all'ultima dove ho preparato male il giro: ho raggiunto Felipe (Massa) e ho dovuto rallentare in prima marcia per distanziarmi, le gomme si sono raffreddate troppo e questo ha compromesso il mio primo settore. Non è ideale perdere subito 2 decimi, anche perché poi cerchi di recuperare ma non hai le gomme a posto. Oggi c'ero, ma non nell'ultimo momento, quando contava: succede quando c'è traffico». Resta comunque una certa fiducia generale: «Abbiamo fatto tanti piccoli miglioramenti ottimizzando tutto quello che funziona, e abbiamo capito sempre più la macchina ogni volta che entravamo in pista. Siamo davvero più vicini, anche se la Mercedes è ancora troppo veloce per noi, mentre la Ferrari non sembra troppo avanti. Qui la RB13 sembra funzionare bene, quindi spero avremo una partenza pulita, senza incidenti, e poi vedremo come andrà in gara: tutto è possibile»

«Daniel ha fatto un lavoro eccellente e ha ottenuto il massimo possibile - aggiunge quindi Christian Horner - e anche Max ha progredito bene tra le varie sessioni, purtroppo l'ultimo giro non è andato come avrebbe voluto. Ma quello di oggi è comunque un positivo passo avanti per tutta la squadra»