Ieri Hamilton davanti a Giovinazzi, oggi Bottas a precedere Vettel. Si è chiusa a Sakhir, in Bahrain, la prima sessione di test infrastagionali della Formula 1 e se durante il primo giorno era stato il britannico Mercedes a firmare il miglior crono, 1:31.358, oggi è stato il suo compagno di squadra a migliorare ulteriormente, registrando un tempo di 1:31.280. Il finlandese, che in mattinata ha girato con una configurazione aerodinamica senza T-Wing, è rimasto a lungo fermo in pista a metà giornata per un problema allo sterzo, che tuttavia non gli ha impedito di totalizzare il maggior numero di giri tra i piloti in pista. 

Alle spalle della W08 nuovamente una Ferrari SF70H, con Sebastian Vettel a sostituire Antonio Giovinazzi. Ma a differenza del pilota Mercedes, che ha macinato un totale di 143 giri, Vettel è rimasto fermo a quota 64, dopo aver trascorso gran parte della mattinata ai box, dove i meccanici di Maranello hanno lavorato per risolvere non meglio precisate perdite alla monoposto. Il tedesco, lattualmente leader della classifica generale, ha terminato la giornata con un miglior tempo di 1:31.574.

Bottas e Vettel sono stati gli unici due big in pista nel secondo giorno e il terzo tempo è stato firmato dalla Toro Rosso di Carlos Sainz, 1:31.884, terzo ultimo pilota a scendere sotto l’1’32. In pista anche Vandoorne su McLaren, Magnussen su Haas, Ocon  e Pérez su Force India, Kvyat su Toro Rosso in alternanza con Sainz, Paffet su Williams, Sirotkin su Renault, Gasly su Red Bull e Wehrlein su Sauber. La prossima sessione di test è fissata per l'1 e il 2 agosto all'Hungaroring, nei giorni successivi al GP d'Ungheria