Quattro gran premi e un solo passaggio a vuoto, in Cina, per le croniche difficoltà della Williams nel trovare aderenza in condizioni di pista umida e basse temperature. E' l'unico neo finora di un avvio di campionato altrimenti da incorniciare per Felipe Massa. A Sochi il bottino finale è stato di appena 2 punti, pesantemente condizionato dalla necessità di effettuare una seconda sosta ai box a causa di una foratura lenta. Fino al giro 41 è rimasto saldamente aggrappato alla sesta posizione, come già in Australia e Bahrain, gare concluse sotto la bandiera quale migliore degli altri, di chi non guida una Ferrari, Mercedes o Red Bull. 

L'avvio difficile di Lance Stroll, tra problemi tecnici in Australia e collisioni nelle quali è stato incolpevole protagonista - in Cina e Bahrain - condiziona la corsa Williams al quarto posto nel mondiale Costruttori. I 18 punti all'attivo sono tutti frutto delle prestazioni in gara ottenute da Massa. Una corsa a handicap contro una Force India all'opposto sempre in grado di confermare entrambi i piloti a punti.

Doveva rappresentare la guida d'esperienza, Felipe sta assicurando il contributo atteso e non sono mancati exploit velocistici puri ancora buoni per togliersi qualche soddisfazione. Il Gran Premio di Russia ha tradizionalmente sorriso alle caratteritiche tecniche della Williams, resta comunque il dato di una Q3 in qualifica nella quale Massa è riuscito a inserirsi tra le due Red Bull. Aspettando la crescita del giovane canadese, alla Williams questo Massa serve più che mai e in prospettiva 2018 non è irrealistico pensare a una conferma.

Sterzi a parte: E' solo sfortuna: Lance Stroll merita di più

Adesso da Felipe dovrà arrivare la costanza di risultati assente lo scorso anno nella fase centrale del campionato, quando si eclissò tra Monaco e Sepang, tra prestazioni opache e ritiri. Fondamentale sarà anche il contributo del reparto tecnico a Grove, chiamato a produrre gli sviluppi necessari alla FW40 - a Sochi si è vista una T-Wing modificata e l'abbandono del profilo inferiore - per restare nelle posizioni alte tra i team di metà schieramento, in un confronto che dal Gran Premio di Spagna in avanti potrebbe registrare nuovi rapporti di forza in virtù dei margini ristretti sui quali si gioca il confonto tra Williams, Force India e, poco più dietro, Renault, racchiuse in 3 decimi nell'ultima qualifica. 

Marko: ritardo Red Bull soprattutto colpa del motore