Tornerà a vestire tuta e casco a partire da Silverstone, Antonio Giovinazzi. Sarà con i colori Haas che andrà in pista in sette sessioni di prove libere 1, dal Gran Premio di Gran Bretagna a quello di Abu Dhabi, passando per l'Hungaroring, Monza, Sepang, Città del Messico e Interlagos. Dopo le due uscite in sostituzione di Pascal Wehrlein, in Australia e Cina al volante della Sauber, per il pilota 23enne di Martina Franca arriva un'altra chance di percorrere chilometri utili, al volante della VF17.

Sarà Kevin Magnussen a "prestare" la Haas in sei occasioni, toccherà a Romain Grosjean restare fuori dalle FP1 in Messico. Giovinazzi, terzo pilota Ferrari, avrà l'opportunità di accumulare esperienza extra con le monoposto 2017, oltre le sessioni di test destinate ai piloti rookie (prossima uscita dopo il Gran Premio d'Ungheria). 

«In un anno già denso di grandi opportunità, sono fiero di averne un'altra con il team Haas. Essere il terzo pilota della Scuderia Ferrari è chiaramente un'ottima posizione, avere la possibilità di trascorrere del tempo in macchina nelle sessioni di prove libere 1 con il team Haas mi consentirà di tenermi in forma.

Potrò sfruttare quanto appreso al simulatore e applicarlo in effettivi scenari di corsa. Sono fiero della fiducia che hanno in me Ferrari e Haas e della cortesia che avranno Kevin e Romain nel condividere il tempo in macchina», le parole di Giovinazzi

Guenther Steiner ha aggiunto: «E' tenuto in alta considerazione dalla Ferrari e si è comportato molto bene lo scorso anno in Formula 2 (GP2; ndr). Per lui sarà una buona occasione e siamo contenti di potergliela offrire. Merito anche a Kevin e Romain per la cortesia nel condividere le loro monoposto con Antonio»

Alonso, dopo l'estate deciderà il futuro

Haas è reduce da un positivo Gran Premio di Monaco, nel quale per la prima volta dall'esordio in Formula 1 è riuscita a concludere con entrambe le monoposto in zona punti. 

Sterzi a parte: 1988, momento chiave per Ayrton