Valtteri Bottas si sente pronto per puntare alla seconda vitoria con la Mercedes ed ha spiegato perché lo può fare già dal Gp dell’Azerbaijan di questa settimana in un’intervista esclusiva sul numero 25 di Autosprint, in edicola da martedì 20 giugno.

Il numero due della Mercedes che... non si sente un numero due, ama in particolar modo il circuito cittadino di Baku, un tracciato molto particolare, che esalta le sue doti di finlandese funambolo e sul quale, al contrario, lo scorso anno il suo “capitano” Lewis Hamilton andò incontro ad uno dei week-end più difficili di tutta la stagione. 

«Mi piace correre a Baku - ci racconta Bottas -  e credo sia giunto il momento per me di provare a vincere di nuovo! Vincere è la prima cosa cui penso quando corro, anche se so che il lavoro per la squadra è quello che viene innanzitutto. Voglio essere consistente e meritare un contratto a lungo termine con la Mercedes. Non sarà facile perché Hamilton è fortissimo e la Ferrari è decisamente vicina a noi, anche superiore in talune occasioni».

La scorsa settimana Bottas ha fatto visita al centro ricerche e sviluppo della Petronas, che ha sede a Villastellone, alle porte di Torino, ed ha potuto constatare di persona i progressi fatti dal gruppo malese, che è sponsor Mercedes e fornitore tecnico, soprattutto a livello di carburante, sottoponendosi volentieri alle domande di tecnici e maestranze. Chissà che questa visita non porti fortuna al piccolo finlandese che parla quasi quanto un... italiano!