Ventuno appuntamenti, tanti ne conterà il calendario del mondiale di Formula 1 2018. Il Consiglio mondiale del motorsport della FIA ha stilato la prima bozza e non mancano interessanti novità nella disposizione degli eventi. Non ci sarà sovrapposizione con Le Mans, confermata nel week end del 16 e 17 giugno 2018, tra Gran Premio del Canada e il risorto Gran Premio di Francia al Paul Ricard. E’ uno dei ritorni più attesi e a Le Castellet si correrà il 24 giugno. 

A balzare subito all’attenzione è l’inserimento del Gran Premio d’Azerbaijan il 29 aprile, quarta gara, dopo il primo back-to-back tra Gran Premio di Cina e Gran Premio del Bahrain. Il primo attende l’estensione dell’accordo con la FOM, come del resto il Gran Premio di Singapore.

Due gare in sequenza potranno considerarsi un impegno “soft” se messo a confronto con un luglio serratissimo: dal Gran Premio di Francia al Gran Premio di Gran Bretagna dell’8 luglio si scenderà in pista ogni settimana, tre gare consecutive, con il Red Bull Ring a fare da tappa intermedia. 

Il rientrante Gran Premio di Germania a Hockenheim si inserisce nel consueto spazio prima del Gran Premio d’Ungheria, anche qui un back-to-back dal quale uscire con la pausa estiva davanti: tre settimane per ricaricare le batterie e tornare in pista a Spa-Francorchamps, Gran Premio del Belgio, il 26 agosto. Una settimana più tardi sarà Gran Premio d’Italia. 

Non avremo più un Gran Premio di Malesia e tra Singapore e Giappone si farà tappa a Sochi, Gran Premio di Russia che ritorna a ridosso del mese di ottobre, come nel 2014 e 2015 (allora l’11 e 12 ottobre), abbandonando la collocazione “primaverile” di fine aprile.

La prossima riunione del Consiglio mondiale del motorsport FIA è prevista il 21 settembre.

25 marzo

Melbourne

Australia

8 aprile

Shanghai*

Cina

15 aprile

Sakhir

Bahrain

29 aprile

Baku

Azerbaijan

13 maggio

Barcellona

Spagna

27 maggio

Monaco

Monaco

10 giugno

Montreal

Canada

24 giugno

Le Castellet

Francia

1 luglio

Spielberg

Austria

8 luglio

Silverstone

Gran Bretagna

22 luglio

Hockenheim

Germania

29 luglio

Budapest

Ungheria

26 agosto

Spa-Francorchamps

Belgio

2 settembre

Monza

Italia

16 settembre

Singapore*

Singapore

30 settembre

Sochi

Russia

7 ottobre

Suzuka

Giappone

21 ottobre

Austin

USA

28 ottobre

Città del Messico

Messico

11 novembre

San Paolo

Brasile

25 novembre

Yas Marina

Abu Dhabi