Il team Sauber sarà il secondo team motorizzato Honda dal prossimo anno, ammesso che continui la partnership con McLaren. E' il quadro tracciato dall'accordo annunciato lo scorso aprile tra la scuderia elvetica e il motorista nipponico. Un accordo che, stando a indiscrezioni riportate da Auto Bild, più che mai da registrare con il beneficio del dubbio, sarebbe stato stracciato. Dalla Sauber? Secondo il giornale tedesco sarebbe avvenuto il contrario. E i motivi addotti per giustificare la scelta convincono ancora meno.

Dall'ambiente McLaren sarebbe emerso che il motorista non è soddisfatto del cambio al vertice, con il sollevamento di Monisha Kaltenborn dal ruolo di team principal alla vigilia del Gran Premio di Baku. Kaltenborn con la quale Honda aveva negoziato l'accordo di fornitura. Un avvicendamento deciso dalla proprietà può portare a una decisione così netta e clamorosa di un partner fornitore? Per una Kaltenborn allontanata - senza che siano maturati risultati significativi sotto la sua gestione - va registrato l'arrivo delle nuove figure tecniche di valore in Sauber, da Luca Furbatto nominato capo del progetto a Ian Wright, provenienza Mercedes, a direttore della performance. 

Sauber resta l'unica opzione disponibile per sviluppare la fornitura di due scuderie, obiettivo inseguito da Honda e osteggiato fino allo scorso anno da Ron Dennis. I vantaggi di poter condurre lo sviluppo raddoppiando le monoposto in pista sulle quali poter contare superano di gran lunga il "disappunto" per un avvicendamento nel management. 

Sterzi a parte: Mercedes più forte, ma la Ferrari fa gol

Per quelli che sono, al momento, rumors, va registrata l'ufficialità dell'arrivo di Frederic Vasseur, nominato nuovo team principal. «Sono fiero di raggiungere Sauber Motorsport e vorrei ringraziare gli azionisti per la fiducia riposta in me. Sono rimasto impressionato dalle strutture a Hinwil e dal talento e le ambizioni di chi ci lavora. Non vedo l'ora di essere complementare con la mia esperienza e determinazione e guidare tutti nella giusta direzione in quel che fanno: sono convinto che tutti insieme centreremo obiettivi ambiziosi»

Silverstone attiva la clausola d'uscita