Nelle qualifiche di Budapest la Ferrari ha continuato il trend già messo in mostra nelle prove del sabato mattina, conquistando bravamente la prima fila di partenza. La pole position è andata a Sebastian Vettel, che l'ha guadagnata già nel primo passaggio in Q3 e commenta così: «Non abbiamo avuto problemi e mi sono sentito abbastanza bene in macchina fin dalle Q1. Per cui ero fiducioso in Q3: ero già contento del primo tentativo, poi nel secondo mi sentivo più veloce ancora, ma ho chiesto un po' troppo alle gomme e nell'ultimo tratto ho perso qualcosa».

Dunque Ferrari abbastanza a punto e soddisfazione notevole, come conferma Sebastian proseguendo: «Comunque la macchina è stata fenomenale e quando ho visto due Rosse in prima posizione mi sono lasciato un po' andare con la radio aperta… È stata una giornata perfetta per noi, siamo riusciti a ottenere i migliori tempi a ripetizione. Dopo tutte le chiacchiere che sono seguite all'ultima gara, un po' troppo esagerate, sono riuscito a rispondere in pista, per cui sono contento».

Da parte sua Kimi Raikkonen è stato un po' deluso della sua pur ottima prestazione, e non ha nascosto che secondo lui la pole position fosse alla sua portata, rispondendo alle domande in un modo che lo identifica: «Ovviamente finire così è sempre meglio della seconda fila… ma sentivo di avere la velocità per fare meglio. Ero piuttosto contento del mio ultimo giro, è stato buono nel primo e nell'ultimo settore, ma nel secondo ho commesso un errore piuttosto stupido che mi ha fatto perdere parecchio tempo: nell'affrontare la chicane ho "mollato" un po' le ruote e così ho perso un po' di aderenza nella curva successiva. Pensavo di avere la possibilità di ottenere il primo posto, ma in ogni caso è stato un giro sufficiente per il secondo: un risultato discreto anche se poteva essere migliore, quindi va bene lo stesso e sono contento per il team. Però è soltanto sabato e abbiamo una lunga strada davanti. Domani cercheremo di mantenere le posizioni e vedremo cosa accadrà».

Poi Kimi risponde un po' indispettito quando gli si chiede se aveva avuto problemi ai freni della sua SF70H, dato che ne aveva parlato via radio: «Nessun problema in particolare: avevo bloccato l'anteriore in frenata e quando cerchi di fare meglio è normale discutere di queste cose alla radio. Ma non c'era nulla di sbagliato con i freni, sono normali discorsi con i box, per discutere del bilanciamento per capire se c'è una modalità migliore. Ripeto che non c'è stato nessun problema e non capisco nemmeno perché se ne debba parlare».