Entrato da pochi mesi nel programma junior Mercedes, George Russel ha esordito al volante di una W08 durante i test Formula 1 a Budapest. Non si è trattato di un vero debutto, dal momento che già durante la scorsa stagione il 19enne inglese aveva assaggiato la W07 a Portimao.

Protagonista della GP3, dove rimane leader della classifica nonostante la prova sfortunata di Budapest, Russel è assieme a Lecler, Norris e Ghiotto, uno dei piloti più promettenti visti in pista all’Hungaroring, dove ha chiuso la sua seconda giornata con un bottino di 90 giri e un miglior crono di 1:19.391, l’8° di giornata.

Russel ha avuto l’opportunità di provare anche l’Halo, il sistema di protezione obbligatorio dal 2018, per un paio di giri, commentando: La visibilità con l’halo è stata nettamente migliore di quanto mi aspettassi. Mentre il sole stava tramontando impediva alla luce di arrivarmi direttamente negli occhi, permettendomi di vedere meglio. Dalla prospettiva del pilota posso dire che la visibilità è ottima. L’unico problema potrebbe riguardare la visibilità ottimale delle luci allo start. Inoltre entrare e uscire dalla monoposto richiede un po’ di pratica: all’inizio ho faticato ma dopo un po’ di tentativi è andato tutto bene”.

Per quanto riguarda il bilancio della sua prima esperienza al volante di una monoposto 2018, Russel ha dichiarato: “Sono molto soddisfatto dei test. Sento che avrei potuto fare altri giri anche se ovviamente le nuove monoposto sono dure da guidare. Soprattutto su un circuito come questo con una temperatura di 36°”.