Dopo Raikkonen tocca a Vettel. Il contratto del quattro volte campione tedesco è stato prolungato dalla Scuderia fino al 2020. L'annuncio è arrivato dopo le libere 3 del GP del Belgio, con un breve comunicato:

Ferrari N.V. (NYSE/MTA: RACE) comunica che Scuderia Ferrari ha prolungato l’accordo tecnico-sportivo con il pilota Sebastian Vettel per le stagioni 2018, 2019 e 2020 del Campionato Mondiale di Formula 1.

La notizia, che già serpeggiava nel paddock ed era stata anticipata da Sky, è stata ufficializzata mezzora dopo il termine delle libere 3 di Spa-Francorchamps, seguendo di pochi giorni il rinnovo contrattuale di Kimi Raikkonen per la prossima stagione.

Ma la vera notizia non è tanto il prolungamento del rapporto tra il pilota e la Scuderia, tanto quanto la durata del contratto: ben tre stagioni, fino al 2020 compreso. 

Pare infatti che Vettel fosse stato avvicinato dalla Mercedes ma il pilota avrebbe fatto intendere a Niki Lauda di voler rimanere in Ferrari, tornata a essere competitiva dopo la deludente stagione 2016. Seb ha compiuto 30 anni lo scorso luglio e sta correndo la terza stagione col team di Maranello: il rinnovo significa un totale di sei stagioni in rosso e scadrà contemporaneamente all’ultimo Patto della Concordia, l’accordo che regola i rapporti tra le scuderie e la Formula 1.  

A questo punto la formazione dei top team per la prossima stagione è ormai del tutto definita: Vettel e Raikkonen in Ferrari, Hamilton e quasi certamente Bottas in Mercedes (il team principal Toto Wolff ha confermato che manca solo la firma), Ricciardo e Verstappen in Red Bull.