La dimostrazione di forza prodotta a Spa ha certificato il valore della Ferrari SF70H anche su una pista che alla vigilia si immaginava favorevole alla Mercedes. Ha vinto Hamilton, di fatto per un'incollatura. La crescita del progetto SF70H manca ancora di un piccolo ma potenzialmente cruciale tassello: una modalità qualifica che riesca a seguire il salto in avanti possibile sulla W08. Sebastian Vettel ha indicato la prestazione al sabato come un passaggio chiave per poter impostare un'altra sceneggiatura in gara. 

«In generale abbiamo realizzato una macchina migliore, è la mia convinzione, ma può giudicarlo chiunque. Ci sono piste sulle quali potremmo avere un vantaggio, altre dove potrebbero averlo loro, ma se riusciremo a cambiare quella tendenza in qualifica, dove la vita per loro è forse un po' troppo facile, allora avremo domeniche diverse. Sappiamo di dover migliorare, loro possono portare su il motore rispetto a tutti gli altri di almeno 3 o 4 decimi, che fanno la differenza.

Se fosse così semplice cambiare l'avremmo fatto, ma non lo è. Il livello è altissimo, lottiamo contro il miglior team in Formula 1. Hanno vinto i campionati negli ultimi anni lottando praticamente tra loro, quindi credo abbiamo fatto un ottimo lavoro per essere dove ci troviamo», ha commentato Seb.

Meriti al lavoro degli uomini Ferrari risconosciuti anche da Lewis Hamilton: «Se qualcuno pensa che abbiamo la miglior macchina quest'anno, farebbe bene a pensarci meglio, perché non è così. Credo che sia stata la Ferrari alla fine la più veloce, io sono semplicemente riuscito a tenerla a bada. Spero arrivi dell'altro, ci serve che arrivi dell'altro per vincere questa lotta. Spremerà tutto quel che abbiamo da ognuno di noi per chiudere le otto gare che mancano e uscirne in testa. E' come dovrebbe essere un campionato, non vedo l'ora»

Sarà Singapore, secondo Lewis, la pista sulla quale andrà aggiornato il rapporto di forza Ferrari-Mercedes, per capire se e quanto le Frecce d'argento avranno recuperato sulla SF70H in piste da alto carico aerodinamico, mentre i tracciati più veloci, da Monza a Città del Messico e Interlagos, dopo la convincente prova belga, ridimensionano il vantaggio Mercedes. 

L'editoriale: Spa super spot per il GP d'Italia

«La Ferrari ha disputato la stagione più consistente, noi abbiamo messo insieme un buon week end solido ed è bastato appena per stargli davanti. Sul fronte della potenza, avremo un vantaggio a Monza ma dovremo proseguire il miglioramento. La prossima gara, in termini di pacchetto, dovrebbe essere simile a questo fine settimana, ma quando saremo a Singapore sarà lì realmente il banco di prova da affrontare, dove la Ferrari dovrebbe essere veloce come lo è stata in Ungheria, quindi vedremo»

Nel mirino: La Ferrari non ha vinto ma convinto