Correrebbe ogni settimana, in qualsiasi categoria. Parole di Fernando Alonso. Che sono destinate a trasformarsi in realtà. Se non proprio alla lettera, sfruttando al massimo le occasioni che offrirà il 2018. Il test in Bahrain con Toyota non può relegarsi a una semplice curiosità sul mondo WEC. E’ una tappa del piano Tripla Corona. Vederlo alla 24 Ore di Le Mans il prossimo giugno è uno scenario che non può non considerarsi naturale sviluppo dell’approccio alla TS050 Hybrid, così come lo è la presenza a Daytona.

Non mancherebbero le opportunità di girare più a lungo con la LMP1 e in un week end di gara, a Spa-Francorchamps. Se immaginiamo quella che potrebbe essere la stagione in pista di Alonso, ecco 6 mesi senza sosta.

Gusto il tempo di festeggiare l’arrivo del nuovo anno e il 5 gennaio andrà in pista a Daytona sulla Ligier di United Autosports, tre giorni di test in preparazione della 24 Ore. Il 27 e 28 gennaio il momento clou: la gara. Poco meno di un mese di pausa prima di tornare nell’abitacolo della McLaren, con i test di Formula 1 a Barcellona, dal 26 febbraio all’1 marzo, seguiti a brevissima distanza dalla seconda sessione: dal 6 al 9 marzo.

Dieci giorni di relax e sarà la volta di Melbourne, la settimana del GP d’Australia, in programma il 25 marzo. E, con il primo gran premio stagionale alle spalle, se dovesse concretizzarsi il piano di una partecipazione al WEC con Toyota, non circoscritta alla 24 Ore di Le Mans, avrebbe l’opportunità di volare al Paul Ricard e girare il 5 aprile nel prologo alla stagione 2018-2019. Sulla carta, perché il 6 aprile dovrebbe essere a Sakhir, per il week end del GP del Bahrain.

Tra Azerbaijan e Spagna, le due settimane di interruzione verrebbero colmate al meglio con la 6 Ore di Spa-Francorchamps, primo appuntamento del WEC 2018-2019, in pista dal 3 maggio, cinque giorni dopo aver corso a Baku e prima di presentarsi nel gran premio di casa, il 13 maggio.

Escluso l’impegno a Indianapolis – nuovamente in concomitanza con il GP di Monaco – il 27 maggio correrà a Montecarlo; prima di volare in Canada, il 3 giugno l’Endurance sbarcherà a Le Mans per la giornata di test, fondamentale ai rookie. Intermezzo canadese il 10 giugno e arriverebbe la settimana della 24 Ore: dalle prove libere del 13 giugno alla gara del 16 e 17.

Se la fame di corse di Fernando non fosse ancora soddisfatta, nel finale di campionato di Formula 1 potrebbe ancora inserire tra il GP del Giappone e quello degli USA la 6 Ore del Fuji, il 14 ottobre, una settimana dopo Suzuka: un posizionamento più favorevole non potrebbe augurarselo. Così come si presta la pausa tra GP del Messico e Abu Dhabi - tra 28 ottobre e 9 novembre - per fare una puntata a Shanghai con la 6 Ore in programma il 4 novembre.

21 gran premi di Formula 1 certamente in programma, la partecipazione a Daytona, Alonso potrebbe arrivare a disputare fino a 26 eventi in tre diversi campionati.